Roma: dove gli zingari fanno sesso davanti ai bambini

07-09-2013

sesso-nomadi-

ROMA – Nel quartiere lo chiamano «il vallone», un campo sterminato fatto di sterpaglie e degrado dove tutto può succedere. La notte cala il coprifuoco, perché, dicono nel quartiere «in quello stradone c’è gente strana». Via Gino Severino, zona Tor Sapienza: da qualche tempo, ormai, in quell’area incastrata tra via Collatina e via Prenestina è vietato circolare anche di giorno. Un divieto imposto dal buon senso, un tentativo di tutelare i bambini del quartiere da scene che fanno rabbrividire. Un campo incolto, sullo sfondo cartelloni pubblicitari, al centro due persone che fanno sesso: un rapporto consumato alla luce del sole, senza pudore, senza ritegno, immortalato in alcune foto scattate dai residenti di via Giorgio Morandi. Gli scatti pubblicati sul web non lasciano dubbi sull’orrore che gli abitanti della zona devono sopportare ogni giorno. Perché quelle scene hard che gettano Roma nel peggiore degli incubi, si ripetono a ogni ora, come se quel prato fosse ormai diventato ostaggio, senza possibilità di riscatto, della prostituzione.

Secondo i residenti, i «clienti» del sesso a pagamento sono i ‘nomadi’ che da qualche tempo si sono insediati abusivamente nella zona. Quel che è certo è che nessuna zona di Roma, neanche la periferia più abbandonata, merita immagini che sfidano ogni più elementare senso del pudore.

TAM TAM SUL WEB – Le foto sono state ritwittate dal profilo di @NoiRoma suscitando sdegno e choc tra i lettori del web. Si parla di foto «inquietanti», «sconcertanti», di «una vergogna per Roma». Nel post dove sono state pubblicate le foto vengono citati anche i profili del sindaco Ignazio Marino e del numero due del Campidoglio Luigi Neri che non sembrano rispondere all’appello dei residenti: si chiede l’intervento delle forze dell’ordine per mettere fine a uno scempio quotidiano. Le foto finiscono anche sul blog di Dario Rossin, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia secondo il quale «quanto denunciato dai residenti di via Morandi a Tor Sapienza è la dimostrazione di come la nostra città sia ormai preda di soggetti senza il minimo senso del pudore, delle legalità, del vivere comune». Secondo il consigliere «la prostituzione deve essere combattuta con ogni forza e servono leggi nazionali severe per debellare questo fenomeno che invade le nostre strade, attraverso l’introduzione del reato stesso di prostituzione».

Rossin chiede di «intervenire subito e in maniera decisa su accampamenti abusivi che degradano e mettono a rischio intere aree a loro circostanti, con spettacoli squallidi ai quali non vogliamo più assistere. Marino e la sinistra continuano a perdere tempo dietro ai Fori, mentre Roma sta scivolando nel torbido dell’inciviltà».

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/STORIE/sesso_nomadi_roma_campo_via_morandi_tor_sapienza/notizie/322982.shtml

Deve essere un antipasto della proposta del Pd di insegnare l’educazione sessuale negli asili.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento