Roma: 6 arresti per controlli, 5 immigrati e 1 italiano

07-04-2014

SEI ARRESTI – Sei nel complesso le persone finite in manette. A Testaccio due pusher, un 28enne italiano e un 30enne turco, trovati in possesso di una quarantina di dosi di hashish, marijuana e cocaina, sono stati arrestati, in due diversi operazioni, dagli agenti del Commissariato Celio e delle volanti. Il primo è stato fermato in via del Porto Fluviale mentre era alla guida di un utilitaria, il secondo invece in via Galvani. Per entrambi l’accusa è di possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

PUSHER A TERMINI – Manette anche per un 28enne del Gambia. Ad arrestarlo questa volta, nei pressi della Stazione Termini, gli agenti del Commissariato Viminale. Sorpreso a cedere un involucro contenente 7 grammi di marijuana ad un “cliente”, ha tentato la fuga ma dopo un breve inseguimento è stato raggiunto e arrestato.

SAN LORENZO – Dovrà rispondere di rapina impropria un marocchino di 36 anni, sorpreso dagli agenti di una volante mentre tentava di asportare oggetti di valore da un autovettura parcheggiata in via Cesare De Lollis a San Lorenzo. L’uomo, per tentare di sfuggire all’arresto, ha aggredito gli agenti ma dopo una violenta colluttazione è stato bloccato.

Una violenta lite tra due ambulanti che poteva tramutarsi in tragedia. Tentato omicidio in pieno Centro Storico dove un venditore ambulante magrebino è stato raggiunto da una forbiciata ad un fianco infertagli da un cittadino cinese, ‘collega’ di vendita in strada. Le violenze si sono verificate, per futili motivi, nella serata di ieri 5 aprile in via delle Muratte, a due passi da via del Corso, zona Trevi.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/tentato-omicidio-venditori-ambulanti-via-muratte.html

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento