Rom del campo nomadi di Salone prendono commerciante a sprangate

28-04-2014

Non si sono fatti scrupolo e dopo averlo aggredito lo hanno colpito con delle spranghe di ferro. Quindi la fuga con un furgone carico di capi di vestiario. La rapina a Tivoli Terme, nella provincia nord est di Roma, quando tre persone, due uomini di 20 e 40 anni ed una donna 35enne, tutti già conosciuti alle forze dell’ordine e domiciliati presso il Campo Nomadi di via di Salone, hanno aggredito il titolare di un negozio di abbigliamento.

RAPINA CON LE SPRANGHE – Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Tivoli, diretti dal capitano Emanuela Rocca e coordinati dal tenente Marcello Savastano, i tre hanno fatto irruzione, armati di spranghe, all’interno dell’esercizio commerciale di Bagni di Tivoli, e, dopo aver malmenato e legato il titolare, ed averlo rapinato dell’incasso, del telefono cellulare e di un furgone carico di capi di abbigliamento per un valore di circa 2mila euro, si sono dati alla fuga a bordo dello stesso furgone.

SCOVATI A SAN BASILIO – Le ricerche dei malviventi, prontamente scattatate subito dopo la rapina, hanno consentito di rintracciarli poco dopo mentre si dirigevano verso la Capitale. I malviventi, dopo un breve inseguimento, sono stati bloccati ed arrestati dai militari dell’Arma alle porte del quartiere San Basilio, e sono stati trovati in possesso dell’intera refurtiva che è stata riconsegnata poco dopo al titolare del negozio.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/rapina-negozio-cinese-abbigliamento-tivoli-terme.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento