Reggio: immigrato tenta di palpeggiarla, donna lo atterra a colpi di karate

30-09-2017

Mentre faceva jogging su un’isolata stradina di campagna a Canolo, è stata seguita da uno straniero, che ha tentato di toccarle il seno. Un episodio preoccupante, risoltosi per il meglio solo perché la donna, una quarantenne, conosce le arti marziali ed è riuscita a mettere in fuga il malintenzionato.

È accaduto giovedì scorso alle 19 in via del Medico, a Canolo, un percorso isolato molto conosciuto dai correggesi che vogliono praticare attività fisica all’aria aperta. Mentre correva da sola, la quarantenne ha incrociato uno straniero – indiano o pakistano, sulla nazionalità non c’è certezza – che viaggiava su un motorino in direzione opposta.
Alla vista della donna, che ha guardato con insistenza, lo sconosciuto ha fatto inversione a U e ha proseguito a velocità ridotta alle spalle della jogger, toccandosi nelle parti intime e pronunciando delle parole incomprensibili nella sua lingua. Non c’erano altri passanti nei paraggi e la donna in un primo tempo ha fatto finta di non accorgersi della presenza molesta, proseguendo nella sua corsa.

Dopo qualche metro però l’uomo l’ha superata e le si è posto di fianco, allungando le mani e tentando di toccarle il seno. La reazione della vittima però è stata pronta: la quarantenne ha afferrato il braccio dello sconosciuto e, tirandolo, l’ha fatto cadere dal due ruote, mettendo ko l’aggressore.
Il contatto quindi c’è stato, anche se minimo. Lo sconosciuto, dolorante e colto di sorpresa per qualche secondo, a quel punto ha pensato bene di desistere: si è poi rialzato risalendo in sella al motorino e dirigendosi verso San Michele.

Il maniaco è stato descritto dalla vittima come alto circa 1.80, robusto, sui 30 anni, barba incolta e baffi neri; indossava una giacca di pelle nera sopra la tunica e scarpe da tennis color nocciola. Viaggiava su un motorino 50 cavalli di colore nero, dalla marca imprecisata.

L’accaduto è stato riportato sulla pagina Facebook dal gruppo di vicinato “Correggio sicura” e dagli altri gruppi attivi nella nostra provincia. Domenico Randazzo, il coordinatore della zona di Canolo per “Correggio Sicura”, che ha segnalato l’inquietante episodio alla caserma dei carabinieri di Correggio.

«Purtroppo la donna non ha voluto sporgere denuncia, nonostante io glielo abbia consigliato caldamente e mi sia offerto anche di accompagnarla – commenta Randazzo –. Via del Medico è una strada spesso usata dai residenti per fare sport, ci vanno anche i bambini a vedere gli animali. Questa volta è andata bene, ma quell’uomo aveva chiare intenti sessuali: se avesse aggredito altre donne meno reattive, l’epilogo avrebbe potuto essere ben diverso.
Ora c’è un maniaco a piede libero e potrebbe colpire ancora».

La descrizione del molestatore è stata resa pubblica da Correggio Sicura proprio per sollecitare i correggesi, o chiunque frequenti quel percorso isolato, a prestare attenzione e a segnalare persone sospette.

http://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/cronaca/2017/09/29/news/correggio-tenta-di-molestarla-ma-lei-lo-mette-ko-con-le-arti-marziali-1.15919216?ref=fbfre

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Reggio Emilia

RSS Feed Widget

Lascia un commento