Ragazzino cinese guadagna 1.000 euro al giorno vendendo droga stupro

17-12-2016

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

Shaboo, Minorenne Cinese arrestato a Milano

È un minore ‘italiano’ di origini cinesi il giovane tratto in arresto dalla polizia locale in zona Mac Mahon con una busta di cristalli di shaboo, pericolosa droga sintetica, corrispondete a 180 dosi.

Gli agenti dell’Unità Contrasto Stupefacenti, coordinati dal Comandante Antonio Barbato, di pattuglia in abiti civili in zona Mac Mahon notavano un giovane asiatico, corrispondente alla descrizione fatta da alcuni residenti, sospettato di spaccio di sostanze stupefacenti di fronte ad una scuola del quartiere. Il 17enne di etnia cinese si allontanava in modo circospetto fino a raggiungere via Iacopino da Tradate dove è stato fermato dagli agenti dalla Polizia Locale e sorpreso con 18,45 grammi complessivi di shaboo, oltre 450 euro di denaro contante, frutto dei proventi dello spaccio.

Nella successiva perquisizione dell’appartamento del giovane, identificato come C.A. nato nel ’99 e domiciliato a Milano, sono stati trovati altri 44,25 grammi della metanfetamina nota con il nome di “Ice” o “Shaboo”, due bilancini di precisione e oltre 1.000 euro (probabilmente guadagnati in poche ore di “lavoro”) che venivano posti sotto sequestro.

“Sappiamo che questa droga – ha commentato l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza – si sta affacciando in maniera prepotente nel panorama milanese. Ci preoccupa aver trovato una dose così ingente nelle mani di un minorenne e soprattutto che questo smercio avvenisse nei pressi di una scuola. Ringrazio i cittadini che notando la situazione si sono rivolti alla Polizia Locale e hanno permesso di fermare il ragazzo. Dobbiamo essere ancora più attivi per evitare che altri giovani possano avvicinarsi a questa droga che crea immediatamente dipendenza e provoca effetti devastanti sia nel fisico che nella mente con stati allucinatori e pensieri paranoici”.

“Lo spaccio e il consumo – ha spiegato il Comandante della Polizia Locale Antonio Barbato – sono gestiti e rivolti principalmente a cittadini di origine filippina e cinese che hanno importato in Italia l’utilizzo di questa droga. Negli ultimi mesi abbiamo effettuato diversi sequestri di questa metanfetamina, ma non ci era ancora capitato di trovare uno spacciatore minorenne, che aveva a disposizione droga per un valore superiore ai 15 mila euro”.

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/droga-stupro.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

Lascia un commento