Ragazza stuprata a Bologna

05-10-2013

Bologna, 4 ottobre 2013 – Una studentessa fuori sede di vent’anni ha denunciato di essere stata violentata nella notte fra venerdì e sabato da un giovane americano che aveva conosciuto qualche ora prima in un locale della zona universitaria. L’uomo, N. L., 28 anni, è stato fermato l’altra notte a Milano in un modo piuttosto rocambolesco.
Era infatti stato notato con il volto sanguinante dalla polizia, alla quale ha denunciato di essere stato rapinato della bicicletta. Ma quando le forze dell’ordine hanno inserito il suo nominativo nel computer, è risultato a suo carico un un ordine di rintraccio della polizia di Bologna con l’accusa di violenza sessuale.
Per questo il giovane, senza fissa dimora, con precedenti (fra cui una resistenza a pubblico ufficiale) ma non per reati sessuali, è stato portato a San Vittore e il fermo dovrà essere convalidato dal giudice nei prossimi giorni. Poi gli atti saranno trasferiti a Bologna.
Riavvolgendo il nastro e tornando in città, tutto è iniziato venerdì sera, quando la studentessa, di origini meridionali, è andata a trascorrere una serata nei locali della movida universitaria. Lì ha conosciuto il ventottenne americano, con cui ha iniziato a bere qualche drink. Ne è nata una simpatia e i due, stando al racconto della ragazza, hanno deciso di appartarsi nell’androne di un palazzo. Lì si sono scambiati qualche bacio, poi l’uomo ha tentato un approccio per andare oltre. A quel punto lei si è bloccata e ha respinto l’avance, ma lui avrebbe reagito male.
Stando sempre alle accuse della studentessa, il giovane l’avrebbe costretta a un rapporto sessuale completo. Una volta terminato il presunto stupro, il giovane si è allontanato, lasciando la studentessa nell’androne, riversa a terra. Lei, sotto choc, ha chiamato un’amica, che è accorsa sul posto per aiutarla.
Poi le due sono andate all’ospedale Maggiore, dove i sanitari hanno medicato la ragazza, accertando l’avvenuto rapporto sessuale e riscontrando alcune escoriazioni. Quando ormai era sabato mattina, la studentessa e l’amica sono andate al commissariato Due Torri San Francesco e hanno presentato denuncia. La Squadra mobile, coordinata dal pm Augusto Borghini, aveva già dato avvio alle indagini, diramando subito un ordine di rintraccio in tutta Italia nel timore che il ragazzo potesse tornare negli Usa. Poi ieri, da Milano, è arrivata la segnalazione dei colleghi meneghini.

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2013/10/04/960142-studentessa-stuprata-zona-universitaria.shtml

ARTICOLI CORRELATI

Bologna, Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento