‘Profugo’ spaccia: giudice lo libera

22-10-2014

PORTO RECANATI – Rifugiato politico in manette per spaccio di sostanze stupefacenti. Ha patteggiato un anno di reclusione, pena sospesa, un pakistano di 40 anni trovato dalla Guardia di finanza con 16 grammi di eroina. L’uomo, che non parla la lingua italiana ed è senza lavoro, era ospite di un amico all’Hotel House, ma è domiciliato in un centro di accoglienza a Roma dopo essere sbarcato a Lampedusa nell’agosto del 2013. Oggi in tribunale il suo legale, l’avvocato Antonio Renis, ha patteggiato con il Pm Francesca D’Arienzo la pena di un anno di reclusione, pena sospesa e l’uomo è tornato in libertà.

http://www.corriereadriatico.it/MACERATA/porto_recanati_spaccio_eroina_rifugiato_politico/notizie/970121.shtml

ANCORA IL FAMIGERATO HOTEL HOUSE E ANCORA UN PROFUGO CHE SPACCIA E, INVECE DI ESSERE ESPULSO, VIENE LIBERATO E CONTINUA A RICEVERE LO ‘STIPENDIO’ DI 37,50 EURO AL GIORNO.

ARTICOLI CORRELATI

Ancona, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento