Profughi circoncidono bambino, in fin di vita per dissanguamento

18-07-2017

VICENZA – Un bimbo di circa un anno è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di chirurgia pediatrica del San Bortolo per una circoncisione casalinga che gli ha provocato delle lesioni molto serie. I genitori ghanesi arrivati in Italia nell’estate 2016 sono richiedenti asilo di ospitati in una struttura gestita dalla cooperativa Cosmo. Il bimbo in ospedale è stato sottoposto a un intervento chirurgico per limitare i danni della circoncisione e non è in pericolo di vita. Da quanto è emerso i genitori, che non parlano italiano, per circoncidere il figlio, su consiglio di una coppia di connazionali, si sono rivolti a un presunto medico africano, probabilemnte un “santone”, in possesso di un passaporto tedesco, che opera in provincia di Verona. L’intervento è stato effettuato la scorsa settimana e, grazie a un interprete, i genitori del bimbo hanno dichiarato ai medici del San Bortolo di avere raggiunto Verona in treno e poi di avere preso un pullman per arrivare in una località della quale non ricordano il nome. Sulla vicenda la questura aprirà un’indagine.

http://www.ilgazzettino.it/vicenza_bassano/circoncisione_in_casa_bimbo_ricoverato_ospedale-2568978.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Vicenza

RSS Feed Widget

Lascia un commento