Primi effetti di ‘liberi tutti’: ladri evadono dai domiciliari

05-04-2014

Borghesiana: nascosto nel covo dei complici con la refurtiva, era evaso dai Pariolix

Dalla padella alla brace. A finirci un cittadino russo di 34 anni, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli dopo essere evaso dai domiciliari dove si trovava in attesa della direttissima. In manette anche i due fiancheggiatori, due cittadini georgiani, rispettivamente di 24 e 27 anni presso i quali si era rifugiato. I tre, dovranno rispondere a vario titolo di evasione, favoreggiamento personale, possesso di documenti di identificazione falsi e detenzione abusiva di armi.

I FATTI – Il 34enne russo arrestato dagli stessi Carabinieri alcuni giorni fa, per un furto in appartamento, nel quartiere Parioli, era ristretto agli arresti domiciliari, in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo. I militari dell’Arma, quando ieri mattina sono andati a casa per prelevarlo ed accompagnarlo in Tribunale, hanno scoperto che era evaso. Immediatamente è stata avviata una breve attività d’indagine che ha portato i Carabinieri a rintracciare il fuggitivo in un appartamento di via Bulzi, a Borghesiana, a casa di due suoi amici, entrambi cittadini georgiani.

COVO DEI LADRI – I militari dell’Arma quando hanno fatto irruzione in casa oltre al fuggitivo, hanno scoperto un vero e proprio covo utilizzato per fabbricare artigianalmente arnesi da scasso per furti in appartamento e documenti falsi. Ingente anche il quantitativo di refurtiva recuperata tra oggetti in oro e argento, pc, orologi ed altri oggetti di valore rubati. Nella loro disponibilità è stata trovata anche una pistola Beretta calibro 9. Tutti arrestati dai Carabinieri i tre sono stati poi accompagnati in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/evasione-covo-ladri-borghesiana.html

RENZI LIBERA CLANDESTINI, STUPRATORI, SPACCIATORI E DEPENALIZZA GLI ATTI OSCENI

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento