PRIMA LA RAPINA: “ORA TI STUPRO, TANTO NON MI FANNO NULLA”

30-11-2016

Domenica pomeriggio aveva seminato il panico ai giardini dell’ex Ippodromo, dando in escandescenza in mezzo a numerosi bambini che erano lì con le famiglie. Questa notte 29 novembre ha invece rapinato e poi picchiato una donna, rea di non aver voluto consumare un rapporto sessuale con lui.
Protagonista dei due episodi un 28enne del Gambia, arrestato dagli agenti delle Volanti, che già lo avevano fermato nella giornata di domenica senza però poterlo portare in carcere. Il giovane in quella occasione era stato solo denunciato, provvedimento che evidentemente non deve avergli messo molta paura, visto quello che ha combinato poche ore dopo.
Per fortuna, stanotte poco prima delle due, i residenti di via Giannone  e via Machiavelli hanno subito chiamato la polizia, quando hanno sentito le disperate grida della donna, che era a terra e veniva colpita con calci e pugni dall’esagitato. Due Volanti, che erano già in zona, sono arrivate nel giro di poco e hanno messo in salvo la malcapitata, una nigeriana. Il 28enne è stato invece arrestato.
Secondo il racconto fatto dalla donna, il gambiano l’avrebbe avvicinata all’interno della stazione proponendole un rapporto sessuale. Al suo rifiuto, l’avrebbe rapinata del telefono cellulare per scappare verso via Giannone. La vittima l’ha inseguito, provocando però la feroce reazione del giovane.
http://www.notiziediprato.it/news/rapina-una-donna-e-poi-la-prende-a-calci-e-pugni-dopo-il-rifiuto-a-fare-sesso

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Prato

RSS Feed Widget

Lascia un commento