Poveri rom: macchinoni e tesoretti da 130.000 euro nel campo nomadi!

30-04-2015

Erano pieni di soldi, ma ricevevano fondi dai contribuenti…

Abitavano nel campo nomadi di Castel Romano, ma sui loro conti correnti sono stati trovati tesoretti da 130 mila euro! Non solo. Avevano anche auto di grossa cilindrata e furgoni per nascondere la refurtiva.
E così questa mattina 43 rom, tra cui 22 donne e 16 minori, sono stati denunciati dalla polizia locale di Roma e allontanati dal villaggio autorizzato sulla Pontina.
Si tratta di altri finti poveri che si aggiungono ai 68 scoperti un mese fa a Via di Salone. I “nuovi Paperoni” erano alloggiati in dodici moduli abitativi e da tempo sfruttavano i servizi messi a disposizione dal Campidoglio per le famiglie disagiate. Acqua e corrente erano gratis per tutto l’anno e così i loro “risparmi” finivano sui libretti postali abilmente occultati. L’operazione dei vigili urbani è stata guidata dal Comandante Antonio Di Maggio che ha già promesso che “presto verranno controllati altri campi rom per mettere fine a questo tipo di malaffare che da troppo tempo si annida a Roma”.

I 43 fermati dovranno rispondere di reati penali, di violazioni amministrative e a breve potrebbero essere espulsi dal nostro Paese.
www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/40_finti_poveri_scovati_campo_rom_castel_romano_tesoretti_130_mila_euro_banca/notizie/1328265.shtml

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento