Picchia la moglie e tenta di sgozzare figlio col machete, cingalese

15-10-2017

Non aveva mai denunciato, prima, suo marito, per timore di ritorsioni. Ma non era la prima volta che, purtroppo, lui alzava le mani su di lei e anche sul loro figlio. Questa volta, però, la donna (una 38enne cingalese) si è decisa a chiamare il numero di emergenza 112 per chiedere aiuto. E il marito violento è stato arrestato.

Sul posto, in via Consolini (zona Gallaratese), si sono precipitati i carabinieri del nucleo radiomobile, nel pomeriggio di sabato 14 ottobre. Il marito (un connazionale 43enne, già noto alla giustizia), al culmine di una discussione iniziata per futili motivi, si è avventato sulla donna minacciandola di morte e picchiandola selvaggiamente.

In difesa di lei è intervenuto il figlio della coppia, un ragazzo di 21 anni, che per questo è stato a sua volta colpito di striscio al collo con un machete. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, l’arma era già stata nascosta in un armadio della camera da letto, ma è stata ritrovata. Il 43enne è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e portato a San Vittore.

Moglie e figlio sono stati accompagnati invece dai sanitari del 118 all’ospedale San Carlo e successivamente dimessi. I medici hanno dato cinque giorni di prognosi alla donna per le contusioni e otto giorni al ragazzo per la ferita al collo.

Potrebbe interessarti: http://certosa.milanotoday.it/gallaratese/picchia-moglie-figlio-via-consolini.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/MilanoToday

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento