Non dà elemosina: preso a mazzate in testa

04-02-2015

Bologna, 4 febbraio 2015 – Colpito alla nuca con una mazza di ferro alle 3 di notte in via Saffi. Vittima un ragazzo di 23 anni portato poi all’ospedale Maggiore e ricoverato in osservazione. Secondo quanto ricostruito, verso le 3 il giovane, italiano, è stato affrontato nella zona di via Saffi, da due persone, presumibilmente straniere, che lo hanno minacciato con un coltello per rapinarlo. La vittima ha reagito ed è stato colpito dal bastone di ferro, poi trovato sul posto. I due sono fuggiti. Sull’aggressione indaga la polizia.

Il giovane aggredito è un 23enne calabrese che, a quanto si apprende, avrebbe fornito ai poliziotti un racconto un pò confuso dell’accaduto. Ha detto di essere stato avvicinato, all’incrocio fra via Marzabotto e via Baracca, da almeno due stranieri che gli hanno chiesto i soldi, minacciandolo con un coltello.

Al suo tentativo di fuga c’è stata una breve colluttazione, durante la quale è stato colpito alla testa con mazza in ferro. Gli aggressori sono fuggiti a mani vuote e il ragazzo ha raggiunto a piedi il vicino ospedale Maggiore, da dove intorno alle tre ha chiamato il 113. I poliziotti lo hanno raggiunto al pronto soccorso dal quale, dopo avere raccontato quello che gli era successo circa un’ora prima, il 23enne si sarebbe allontanato prima di essere visitato. È stato fatto un sopralluogo nel punto indicato dal giovane, ma l’oggetto in ferro con quale ha detto di essere stato ferito non è stato ritrovato.

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/colpito-mazza-ricoverato-maggiore-1.635940

ARTICOLI CORRELATI

Bologna, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento