Niente elemosina: Zingari lo massacrano a martellate

07-10-2012

Non da l’elemosina: massacrato a martellate

SALERNO – L’esame autoptico ha chiarito le cause della morte di Sergio Rossi, il 64enne deceduto nella serata di giovedì 4 ottobre all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, dove era giunto in condizioni disperate venerdì 28 settembre, con il cranio fracassato.
Intorno alle 22, il ritrovamento. Nelle tasche dell’uomo non è stato ritrovato né il telefonino, né il portafogli.
Come testimoniato agli inquirenti da alcuni amici, Rossi è stato aggredito da due Zingari rumeni che gli avevano chiesto l’elemosina una volta uscito dal bar. Lui si sarebbe rifiutato e sarebbe stato colpito a martellate alla testa.
Le modalità dell’aggressione sono state confermate dal medico legale al termine dell’autopsia svoltasi nel pomeriggio di venerdì scorso. Nei sei giorni di coma, Rossi non aveva mai ripreso conoscenza.

Ieri, intanto, si sono tenuti i funerali a Corleto Monforte, paese d’origine dell’uomo. E proprio sotto l’abitazione del defunto sono stati affissi alcuni manifesti con su scritto: “Nessuno porga l’altra guancia, Caino deve pagare”, “Tolleranza zero per i criminali, Sergio non sarà dimenticato”.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/1063251/morto-per-60-euro-ex-leader-msi.shtml

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/citta/morto-sergio-rossi-salerno.html

 

ARTICOLI CORRELATI

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento