Nascondeva la cocaina nelle parti intime, arrestata in aeroporto

11-04-2015

PISA. All’aeroporto “Galilei” i finanzieri del comando provinciale di Pisa hanno arrestato una cittadina di origine ecuadoriana proveniente dalla Spagna e trovata in possesso di circa 300 grammi di cocaina pura.

Ancora una volta a cadere nella fitta rete dei controlli posti in essere dalle Fiamme Gialle nell’area aeroportuale è stato un corriere cosiddetto “ovulatore”.

Il tutto è avvenuto all’interno della sala arrivi internazionali dello scalo dove, nel corso di un’operazione di polizia predisposta per la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze stupefacenti, i militari – insospettiti dall’atteggiamento della giovane donna che tradiva inquietudine e nervosismo – non si sono lasciati convincere dalle contraddittorie e incerte affermazioni riguardo il viaggio appena concluso e la sua permanenza in Italia.

Sospettando che la passeggera potesse nascondere sostanze stupefacenti all’interno del proprio corpo, una volta avvisata la dottoressa Pagnini, sostituto procuratore, la donna è stata portata in ospedale per i controlli. Ma prima di essere sottoposta agli esami radiologici, la giovane ha consegnato spontaneamente l’unico ovulo di cocaina, del peso di circa 300 grammi, che nascondeva nelle parti intime.

Lo stupefacente, una volta tagliato e confezionato in dosi da spaccio, avrebbe fruttato oltre ventimila euro.

http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2015/04/10/news/nascondeva-la-cocaina-nelle-parti-intime-arrestata-1.11208143

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Pisa

RSS Feed Widget

Lascia un commento