Narcotizzavano passeggeri treni con bibite ipnotiche, presi immigrati

12-04-2018

“Abbiamo accertato che non si trattava di tranquillanti comuni ma di Benzodiazepine, la sostanza si chiama Minias ed è un ipnotico – spiega il dottor Luigi Liguori che dirige il Compartimento Polfer Campania”. Gli esami sono stati eseguiti dal dipartimento di Farmacia dall’Università Federico II di Napoli. “Sono sostanze che se abbiane a alcol o oppiace –  spiega ancora Liguori- possono essere molto pericolose per i cittadini e arrivare addirittura a causare il coma”.

Gli investigatori hanno focalizzato la loro attenzione su una serie di episodi che vedevano coinvolti ignari passeggeri di treni regionali sulla tratta Napoli-Roma. Si è così accertato che i responsabili salivano abitualmente sui treni nella stazione di Aversa, vicino Napoli. I poliziotti hanno così avviato una serie di servizi di scorta a bordo dei treni regionali considerati più bersagliati dalla banda.

Ieri pomeriggio gli agenti della Polfer hanno individuato e bloccato un cittadino tunisino di 32 anni che dopo aver addormentato un passeggero con del té gli rubava cellulare, soldi e passaporto. Mentre in serata sono stati altri tre uomini che saliti alla stazione di Napoli Centrale hanno addormentato con del succo di frutto un altro passeggero per derubarlo. La vittima è stata trasportata all’ospedale di Fondi per le cure del caso.

I tre, egiziani di 19, 26 e 36 anni, sono stati arrestati per tentata rapina pluriaggravata e lesioni personali aggravate e associati presso il carcere di Latina. Sono in corso ulteriori indagini per accertare se ci siano altri complici.

 

https://www.msn.com/it-it/notizie/italia/narcotizzavano-con-bibite-soporifere-i-passeggeri-su-treni-napoli-roma-presa-banda-di-rapinatori/ar-AAvOy8n?ocid=ientp

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento