Modena, denuncia furti Rom: loro lo massacrano di botte

16-06-2017

Attimi di paura mercoledì nel tardo pomeriggio in corso Canalchiaro, dove un noto commerciante è stato aggredito a colpi di bastone alla schiena. Non si è trattato di un tentativo di rapina ma di un agguato vero e proprio messo in atto da un uomo, noto alle forze dell’ordine, che ha cercato di ‘vendicarsi’ dopo che il negoziante ha denunciato ripetuti disordini in zona San Francesco. Episodi di micro criminalità causati da una famiglia rom (residente in zona) che da tempo si rende protagonista di risse, minacce e accattonaggio molesto.

L’episodio è accaduto intorno alle 19: l’uomo, italiano di mezza età, è andato incontro al commerciante e presidente di un’associazione del centro minacciandolo verbalmente. «Non lo dovevi fare – ha gridato –, te la faccio pagare. E dalle parole è passato ai fatti, scagliando contro la schiena dell’esercente una spranga in ferro. Il titolare del negozio, situato poco distante, fortunatamente se l’è cavata con qualche ecchimosi ma, visto il comportamento violento dell’aggressore, sono intervenuti altri commercianti della zona che, oltre ad evitare che l’uomo fuggisse, hanno avvisato la polizia. Sul posto sono accorse le volanti che hanno subito raccolto la denuncia della vittima. Il motivo scatenante – come spiega lo stesso negoziante – è stato appunto l’impegno assunto dal cittadino di tutelare se stesso e i colleghi con una denuncia alle autorità competenti, legata ai tanti fatti di micro criminalità dei soliti noti principalmente di etnia rom che, nelle ultime settimane, hanno danneggiato cartelli stradali, porta biciclette, cassonetti oltre a mettere in atto piccoli furti nelle attività commerciali.

«Era visibilmente ubriaco – spiega il commerciante – e, tra le minacce, mi ha spiegato che stava assumendo le difese delle persone di etnia rom. Poi mi ha colpito. È giusto alzare la testa e non avere paura di questa gente – commenta ancora – il cuore di Modena negli ultimi mesi sta vivendo un periodo turisticamente eccezionale e dobbiamo sentirci liberi di lavorare e vivere a tutte le ore del giorno e della notte, senza paura di dover camminare lungo le strade. Per questo chi delinque deve essere segnalato e allontanato». Nella prima mattinata si è presentato presso il negozio del commerciante l’assessore Andrea Bosi per portare la propria ‘solidarietà dopo l’aggressione subita’. «È amaro dover commentare l’ennesima aggressione ai danni di un commerciante, reo solamente di voler svolgere il proprio lavoro. E non è solo la preoccupazione a diffondersi dopo questo fatto, tra gli esercenti, quanto la paura di trovarsi ad essere i prossimi, in balia di balordi o malviventi di ogni sorta». Durissima la presa di posizione in merito all’accaduto di Mauro Salvatori presidente Confesercenti Area di Modena.

http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/rom-furti-aggresssione-1.3201434

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Modena

RSS Feed Widget

Lascia un commento