Modena: baby gang di immigrati rapina coppia

11-11-2017

Coppia rapinata e minacciata con un coltello, in manette gang di giovanissimi

Erano le 00.25 della notte appena trascorsa quando una coppia di venetenni modenesi ha ricevuto una spiacevole visita. I due stavano chiacchierando su una panchina di viale Vittorio Veneto, nei pressi del Palazzo dei Musei, quando tre stranieri si sono avvicinati di soppiatto: uno di questi ha afferrato la borsetta che la ragazza teneva sulle ginocchia. Tutto si è svolto in una manciata di secondi e, nonostante la vittima abbia cercato di opporre resistenza, la rapina è andata a buon fine.

I tre delinquenti si sono allontanati di corsa, svoltando in via Campori. L’amico della ragazza ha però reagito e si è gettato all’inseguimento, tallonando i rapinatori e nel frattempo telefonando anche alle forze dell’ordine. Il tentativo non ha però avuto il successo sperato: uno dei tre ha rallentato ed ha estratto un coltello da cucina, lo ha rivolto contro il giovane e lo ha minacciato: “Se provi a inseguirci te la faccio pagare”.

Il deterrente ha avuto il suo effetto e la banda si è dileguata nelle vie adiacenti. La loro fuga è però durata solo pochi minuti, in quanto la centrale operativa della Questura ha fatto convergere immediatamente le Volanti di pattuglia nella zona del fattaccio, fornendo agli agenti la descrizione dei delinquenti.

Grazie ad un indumento particolarmente riconoscibile – una giacca di colore rosso e arancione – i tre sono stati individuati dai poliziotti lungo viale Barozzi e questa volta le minacce non sono bastate a impedire di essere bloccati, ammanettati e caricati sulle auto di servizio alla volta delle celle di sicurezza della Questura.

Nel frattempo la borsa è stata ritrovata, vuota e abbandonata in strada, mentre il denaro (circa 30 €) e il cellulare della ragazza sono erano ancora in possesso dei tre criminali, che avevano per altro già sfilato la scheda sim dallo smartphone.

Sono così finiti in arresto per rapina aggravato in concorso un 21enne di origine marocchina e due minorenni, suoi connazionali e in Italia senza fissa dimora. Uno di questi aveva con sè anche 2,8 grammi di hashish, mentre altri due indossavano ciascuno un solo guanto nella mano destra, evidentemente per non lasciare tracce durante il colpo. Il maggiorenne è finito a Sant’Anna, mentre i due amici sono stati portati al Pratello, il carcere minorile di Bologna.

Potrebbe interessarti: http://www.modenatoday.it/cronaca/rapina-giovani-viale-vittorio-veneto-11-novembre-2017.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Modena

RSS Feed Widget

Lascia un commento