Milano: immigrato senza mutande tenta violenza da dietro sulla metro

23-03-2017

Milano, Immigrato si spoglia in metro e palpeggia una donna: arrestato per violenza sessuale

Le urla della donna, sotto choc, hanno attirato l’attenzione degli agenti della polmetro. C’era un immigrato con le mutande e i pantaloni abbassati che si strusciava contro il suo fondoschiena. La scena, raccapricciante, è stata immediatamente interrotta dall’intervento dei poliziotti presenti in quel momento sullo stesso vagone del treno della linea gialla, la M3.

L’ennesima violenza sessuale in metropolitana – proprio lunedì una ragazzina di quattordici anni era stata molestata sulla linea rossa – è avvenuta martedì pomeriggio, tra le quindici e le sedici, all’altezza della fermata Repubblica.

In manette, con l’accusa di violenza sessuale, è finito un cittadino del Bangladesh di trentuno anni. L’uomo nel 2014 aveva patteggiato una condanna di un anno e due mesi per abusi su una minorenne.

La vittima, un’italiana di quarant’anni, ha raccontato che lo straniero prima le ha palpeggiato insistentemente i glutei e poi si è denudato per cercare il contatto fisico. Il tutto davanti ai numerosi passeggeri che a quell’ora affollavano la metro.

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/-maniaco-nudo-metro.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento