Milano: clandestino egiziano si nasconde in un condominio e tenta stupro

18-06-2014

Milano 18 giugno 2014 – Era scesa da casa per buttare la spazzatura nel cortile del suo condominio, come tutte le sere, quando un rumore improvviso ha attirato la sua attenzione. Un uomo, con fare minaccioso, è sbucato dai cassonetti è l’ha aggredita, le ha strappato la maglietta e ha tentato di stuprarla. Vittima una donna di 30 anni che vive a Milano. L’episodio è avvenuto proprio sotto casa, in via Val di Non, dove la donna vive con marito e figli. Il maniaco è un uomo egiziano di 30 anni, Mohamed Shaba, clandestino con numerosi percedenti, che si era rifugiato tra i cassonetti del condominio per la notte. La donna ieri sera , alle 21, è uscita da casa per andare a portare la spazzatura nel cortile del suo condominio, quando è stata aggredita di sorpresa. L’egiziano è sbucato dai cassonetti, l’ha afferrata, le ha strappato la maglietta e l’ha palpeggiata. Le urla della vittima hanno allertato i vicini che hanno chiamato i carabinieri, arrivati sul posto in pochi minuti. L’uomo è così subito stato arrestato per violenza sessuale.

Fonte: ilmessaggero.it

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento