Migrante pedofilo molesta bimba in negozio

06-09-2017

JESOLO. Ha tentato di baciare sulla bocca una bambina tedesca in vacanza.
E’ stato denunciato dalla polizia locale per violenza sessuale un bengalese 33enne residente al lido dove lavora come dipendente di un negozio nella zona ovest della città. La piccola, 10 anni, era entrata con i genitori in un negozio gestito da imprenditori del Bangladesh.
Un episodio accaduto nel volgere di pochi secondi e che sarà oggetto di ulteriori accertamenti e approfondimenti da parte della polizia locale jesolana. Una volta all’interno del negozio la piccola e la sua famiglia hanno acquistato un oggetto di scarso valore. Il bengalese si è avvicinato alla bambina e ha iniziato ad abbracciarla ripetutamente, poi tentando di baciarla anche sulla bocca. Lei dapprima non si è resa ben conto di quanto stesse accadendo, poi ha iniziato a dimenarsi.
La bambina impaurita è fuggita di corsa raggiungendo il padre, piangendo e rimanendo sotto shock per breve tempo. La denuncia è scattata immediatamente e sono arrivati gli agenti della polizia locale che hanno effettuato i primi accertamenti e poi denunciato l’uomo che voleva baciare la piccola.
Il comando ha chiesto anche l’aiuto di una psicologa
Ora si teme la psicosi e anche una reazione di rabbia nei confronti della comunità del Bangladesh che in tanti anni di duro lavoro non si è mai macchiata di questi gravi reati a sfondo sessuale e adesso pedofilo.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/09/05/news/jesolo-bacia-una-bimba-di-10-anni-denunciato-per-violenza-sessuale-1.15812779?ref=fbfnv

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Venezia

RSS Feed Widget

Lascia un commento