Marocchino stupra la figlioletta di 7 anni

25-03-2015

Al via ad Arezzo il processo a carico di un 40enne marocchino residente a Montevarchi accusato di presunto abuso sessuale nei confronti della figlioletta di sette anni. Un’accusa infamante da cui l’uomo, di professione operaio, dovrà difendersi in Tribunale. L’extracomunitario era stato arrestato nell’agosto scorso dopo un episodio che, per gli inquirenti, avrebbe motivato il fermo. Il marocchino si stava separando dalla moglie, da cui aveva avuto tre figli, tra cui la vittima. I piccoli trascorrevano diverse ore insieme al papa e il “fattaccio” si sarebbe verificato un pomeriggio, quando, al suo rientro a casa, la madre aveva trovato la figlia in lacrime. Poi la corsa immediata all’ospedale della Gruccia e il forte sospetto dei medici di essere in presenza di un abuso sessuale. Le indagini sono state affidate ai carabinieri, che hanno proceduto all’arresto. Poi si è avviato l’iter giudiziario, con l’avvio della fase processuale. La prossima udienza è prevista per il 14 aprile.

http://www.tgvaldarno.net/presunti-abusi-sessuali-nei-confronti-della-figlia-al-via-il-processo-a-carico-delloperaio-marocchino-residente-a-montevarchi/

ARTICOLI CORRELATI

Arezzo, Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento