Marocchino sgozza la convivente italiana

31-03-2017

La segnalazione alla polizia per una violenta lite in famiglia ha permesso l’intervento della polizia. Le urla e i rumori hanno spaventato i vicini che hanno allarmato le forze dell’ordine. L’arrivo di quest’ultime, ha impedito ulteriori gravi conseguenze nei confronti di una donna 57enne, vittima di maltrattamenti in famiglia.

È accaduto tutto a Scampia in Via Caprera, la donna, in evidente stato di agitazione, ha denunciato di essere vittima di maltrattamenti e vessazioni da parte del convivente, un cittadino marocchino di 37anni.

Lite tra conviventi a Scampia, lui ferisce la gola di lei con un coltello: interviene la polizia

Quando i poliziotti sono arrivata in casa ed hanno ascoltato la denuncia della donna, non si sono resi contro che il 37enne stava ascoltando tutto, visto che era presente nel domicilio. All’improvviso scatta la follia, infatti, dopo aver estratto dalla tasca dei pantaloni un coltello a serramanico, l’uomo si è scagliato contro la compagna ferendola alla gola.

Il tempestivo intervento degli agenti, che si sono frapposti tra l’uomo e la vittima, ha impedito che il fendente colpisse a morte la donna, che per fortuna si è procurata soltanto alcune lesioni guaribili in 7 giorni. I poliziotti, con non poche difficoltà, sono riusciti a bloccare il 37enne mentre si dimenava nel vano tentativo di sferrare ulteriori colpi alla compagna.

L’utilizzo dello spray urticante in dotazione dei poliziotti, ha calmato l’aggressività del 37enne che poi è stato definitivamente bloccato dalle forze dell’ordine. L’uomo è stato poi arrestato con l’accusa di tentato omicidio e lesioni nei confronti della convivente, nonché resistenza e aggressione a pubblico ufficiale.

Lite tra conviventi a Scampia, lui ferisce la gola di lei con un coltello: interviene la polizia

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Napoli

RSS Feed Widget

Lascia un commento