Mantova: furiosa rissa tra immigrati, quartiere terrorizzato

08-07-2014

MANTOVA 7 luglio 2014 –   In un primo momento è sembrata una lite come tante altre. Poi però è spuntato un coltello. A quel punto, in pieno giorno, sotto i portici di viale Partigiani, almeno una decina di testimoni ha assistito ad una scena da film: un trentenne brandisce una lama da 20 centimetri e un 27enne cerca di difendersi usando come scudo una bicicletta. È successo nel tardo pomeriggio di ieri in Valletta Paiolo. Ad avere la peggio è stato il 27enne residente in città Sami Beleghit, di origine tunisina, che è stato trafitto da una coltellata al torace. Ora si trova all’ospedale Carlo Poma in prognosi riservata con un polmone perforato. Le sue condizioni sono gravi. Ricostruiamo la vicenda. Il bar tabaccheria di viale Partigiani è come al solito affollato in orario aperitivo. C’è un gruppo di tunisini che occupa un paio di tavoli all’esterno del locale. Sono da poco passate le 18.30 quando arrivano altri due ragazzi, anch’essi magrebini. Sembrano in lite, ma camminano uno al fianco dell’altro. Poco dopo essere arrivati davanti al bar, la discussione diventa sempre più pesante. Volano parolacce, fino a quando uno dei due tira fuori il coltello. «Non ho mai visto una cosa del genere – racconta Luigi Montù, testimone oculare – hanno iniziato a picchiarsi e a minacciarsi a vicenda, finché uno dei due ha tirato fuori un coltellaccio da cucina. I loro amici del bar hanno provato a separarli ma non c’è stato verso. Poi è arrivata la coltellata».

Un colpo ben assestato, che avrebbe potuto uccidere, senza dubbio. I gestori del bar, terrorizzati da quanto stava accadendo a pochi metri dal locale, si sono barricati dentro e hanno chiamato i carabinieri. I militari sono giunti sul posto quando ancora lo scontro, che nel frattempo era diventata una sorta di rissa che coinvolgeva una decina scarsa di persone, era ancora in corso. «Hanno preso qualcuno, quello che aveva il coltello – racconta ancora Montù – e l’hanno portato via». Pare che Beleghit abbia raggiunto il pronto soccorso del Poma accompagnato da un amico. Al medico non ha voluto spiegare nel dettaglio cosa fosse successo. Dopo aver pronunciato poche parole e aver mostrato la ferita, si è visibilmente agitato, chiaramente in preda a dolori lancinanti. Al momento non è chiaro il motivo alla base del diverbio tra i due protagonisti dello scontro sotto i portici. Gli amici che hanno provato a separare i due dicono di non sapere da cosa è nata la discussione. Alcuni di loro sono stati sentiti dai carabinieri. Il quartiere, intanto, ha paura per le continue liti e risse.

http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2014/07/07/news/coltellata-davanti-al-bar-in-pieno-giorno-un-27enne-e-in-prognosi-riservata-1.9556562

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Mantova

RSS Feed Widget

Lascia un commento