Mangiano e non vogliono pagare: picchiano camerieri

10-04-2015

Lecce. Hanno consumato il pasto in un locale senza pagare, poi hanno picchiato il proprietario ed i camerieri. I tre, un afgano e due albanesi, sono stati arrestati. Intorno alle ore 22 di ieri sera, infatti, una volante è stata inviata in viale dell’Università presso un locale dopo la segnalazione di una rissa.

Il proprietario ha raccontato che circa un’ora prima si erano presentati nel suo locale quattro stranieri, tre dei quali erano già stati visti sabato scorso quando, dopo aver consumato un pasto da 22,30 euro, si erano allontanati senza pagare. L’uomo li aveva inseguiti invano poiché i tre, dopo averlo offeso e minacciato si erano allontanati. Il proprietario, in quell’occasione, aveva rinunciato a denunciare l’accaduto anche per timore di eventuali ritorsioni.

I tre si sono poi ripresentati, insieme ad un quarto, pretendendo del kebab. Questa volta il proprietario, per evitare che si potesse ripetere quanto accaduto sabato scorso, aveva preteso il pagamento in anticipo della consumazione. Gli stranieri, hanno così pagato in anticipo i quattro panini e, successivamente, hanno chiesto tre birre ed altri due piatti di kebab, ma questa volta, alla medesima richiesta di pagamento in anticipo, i quattro si sono rifiutati. Considerato che il locale si era riempito di clienti, anche per evitare scenate, il proprietario non ha reagito.

Terminata la consumazione, gli stranieri si sono alzati e si sono diretti verso il proprietario che si trovava alla cassa, ma invece di pagare il resto del conto hanno preteso la restituzione di quanto avevano dato in precedenza. Di fronte alla resistenza dell’uomo, lo hanno afferrato per il bavero della giacca davanti agli altri clienti e lo hanno minacciato di spaccargli la testa e di spaccare il locale. Poi lo hanno sbattuto violentemente contro il bancone, incuranti della presenza dei clienti, fra i quali vi erano anche dei bambini, e hanno cercato di rubare il registratore di cassa.

Sono quindi intervenuti due camerieri del locale contro i quali i quattro hanno reagito tirandogli addosso degli sgabelli e infrangendo delle bottiglie contro la vetrina del locale. Nel frattempo, gli altri avventori del locale sono fuggiti all’estremo in gran fretta, mentre i quattro hanno continuato a rompere tutto quello che si trovavano davanti. A quel punto, il proprietario ha richiesto l’intervento della Polizia e gli stranieri, accortisi di ciò, sono così fuggiti in direzione di via Libertini dove le volanti, sulla base della descrizione fornita, hanno rintracciato i tre all’interno di una pizzeria.

Il proprietario del locale è stato costretto a ricorrere alle cure mediche per un trauma lombare guaribile in cinque giorni, mentre i due camerieri riportavano rispettivamente una contusione del dorso ed una contusione al braccio sinistro, guaribili in otto giorni. Al termine degli accertamenti C.N., 23enne afgano, M.M., 23enne albanese e B.G., 31enne albanese sono stati arrestati per estorsione e danneggiamento aggravato in concorso.

http://www.leccenews24.it/cronaca/consumano-il-pasto-non-lo-pagano-e-poi-picchiano-proprietario-e-camerieri-arrestati-tre-stranieri.htm

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Lecce

RSS Feed Widget

Lascia un commento