Mamma uccisa a coltellate davanti ai suoi bambini, fermato Pakistano

17-12-2017

Omicidio a Parabiago: Simona Forelli uccisa a coltellate in casa, il compagno fermato dai carabinieri

Sua madre l’ha trovata accasciata in bagno. Sul corpo, all’altezza del petto, i segni evidenti di tre fendenti, fatali.

Omicidio a Parabiago, dove una donna di trentatré anni, Simona Forelli, è stata uccisa a coltellate in un appartamento di via Santini, pieno centro città. Lì la vittima viveva con il suo compagno – un cittadino pakistano di trentacinque anni – e i loro due figli di cinque e diciassette mesi, che sembra fossero in casa al momento della tragedia.

Il cadavere della trentatreenne è stato scoperto da sua madre, che verso le 18 – secondo le primissime informazioni – avrebbe sentito qualcuno gridare e chiedere aiuto. A quel punto, la signora si è presentata nell’appartamento della figlia – una casa di corte al primo piano del palazzo al civico 25, dove vive anche lei – e ha scoperto l’orrore.

La donna è stata immediatamente soccorsa dal 118, ma per lei non c’è stato nulla da fare ed è stata dichiarata morta poco dopo.

In via Santini sono subito intervenuti i carabinieri, che sono ora al lavoro per effettuare tutti gli accertamenti necessari. Sembra che i militari abbiano portato in caserma il compagno della vittima, che al momento del loro arrivo non era più in casa. L’uomo, Zahir Sadigue, si sarebbe presentato in caserma a Parabiago pochi minuti dopo l’omicidio.

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/omicidio/parabiago.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento