Il suo immigrato non rientra, scopre che è finito in carcere per stupro di gruppo

13-05-2018

BELLUNO – Non aveva più notizie del suo ex convivente e si è preoccupata: è andata a denunciarne la scomparsa in Questura, ma sono bastati pochi accertamenti per comprendere che lui non era più rientrato a Belluno perché era finito in carcere. Le manette per l’uomo, un kosovaro di 35 anni residente a Belluno, erano scattate mercoledì con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Insieme ai suoi connazionali, tutti operai edili del Bresciano, avrebbero trattenuto contro la sua volontà una prostituta nigeriana e l’avrebbero violentata per tutta la notte.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/denuncia_scomparsa_ex_carcere_belluno-3726910.html

ARTICOLI CORRELATI

Brescia, Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento