Hotel dei profughi è centro dello spaccio cittadino

21-09-2017

Nel corso della mattina una pattuglia della Stazione Carabinieri di Pietra Ligure è intervenuta nei pressi dello scalo ferroviario, dove era stato segnalato uno straniero che richiedeva insistentemente l’elemosina ai passanti, un giovane nigeriano di 26 anni che all’arrivo dei militari ha cercato di evitare il controllo allontanandosi lentamente.

All’alt perentorio dei Carabinieri e dopo una perquisizione dello zainetto dell’africano, sono saltate fuori ben 14 dosi di marijuana, per un peso di circa 26 grammi. Da accertamenti si appurava che il pusher era richiedente asilo e ospitato presso la struttura d’accoglienza C.A.S. a Peagna, frazione del Comune di Ceriale.

I militari pietresi, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, dr.ssa Chiara Venturi, si sono presentati presso la struttura, gestita dalla cooperativa CEIS, totalmente estranea ai fatti, e quì hanno effettuato una perquisizione della stanza occupata dal profugo.

All’interno dell’armadietto del compagno di stanza, un altro connazionale di 21 anni anch’esso richiedente asilo, sono state recuperate altre 7 dosi di marijuana per un peso complessivo di 15 grammi ed 1 grammo di hashish. I due nigeriani, ospiti della struttura, sono ora invece “ospitati” nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Albenga, in attesa del rito direttissimo previsto domattina presso il Tribunale di Savona. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare da quanto tempo stessero simulando di chiedere l’elemosina per spacciare al dettaglio la droga ai passanti e ai pendolari in transito nello scalo ferroviario pietrese. Si ribadisce l’estraneità della struttura d’accoglienza.

http://www.mediagold.it/news/liguria/pietra-ligure-arrestati-droga-profughi-ospitati-centro-accoglienza

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Savona

RSS Feed Widget

Lascia un commento