“Ho creduto di morire”: è caccia ad auto romena

03-07-2014

CONEGLIANO. «Ho creduto di morire soffocata», ha detto Carmen Dorigo, l’ottantenne aggredita lunedì pomeriggio nel suo appartamento di via Kennedy. Alle braccia e in volto ha i lividi rimasti a seguito dell’aggressione. Ieri mattina è tornata a casa, per poi fare ritorno in ospedale per altri accertamenti. Non ha riportato gravi lesioni, ma quello che sarà più difficile da rimarginare saranno il trauma psicologico e il terrore vissuto in quei momenti.
«Mi sentivo morire», spiega l’artista, conosciuta a Conegliano perchè maestra di decoupage, con i corsi che ha svolto in varie scuole d’Italia e a cui si dedica tutt’ora. Proseguono intanto le indagini del commissariato di polizia per dare un volto e un nome ai rapinatori. Erano in quattro, tre gli aggressori, e uno a fare da palo e autista. L’anziana ha riferito che si trovava in compagnia di un’amica prima della rapina e non ha avuto la sensazione di essere seguita, o che qualcuno la pedinasse. Ha aperto lei la porta di casa pensando a qualche conoscente, invece i tre malviventi l’hanno immobilizzata, legata ad una sedia e imbavagliata, portandole via anelli e preziosi.
Al momento gli inquirenti non escludono nessuna pista. Perchè i banditi si sono scagliati contro di lei, salendo al secondo piano di una palazzina in cui vi sono una decina di alloggi, tra i tanti palazzi in via Kennedy? C’è un basista, magari tra le persone che la signora ha ospitato o che l’hanno conosciuta per i suoi corsi? Tra i condòmini nessuno ha notato nulla di strano. Altri residenti dall’altra parte della strada hanno invece avvistato una Golf scura con targa rumena aggirarsi tra i posteggi. La caccia alla banda è aperta.

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2014/07/02/news/ho-creduto-di-morire-carmen-e-sotto-shock-1.9529603

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento