Gemelli tunisini aggrediscono agenti

28-04-2015

Si appropria di oggetti del gemello minacciandolo con un coltello e scappa, poi, una volta fermato dalla polizia allertata dal fratello, picchia gli agenti. In manette è finito un 36enne tunisino residente ad Arezzo. L’uomo, al termine di una violenta lite con il fratello gemello, aveva portato via oggetti dalla sua casa usando anche un coltello per minacciare e farsi strada. Una volta ricevuto l’allarme, i poliziotti hanno cercato di far incontrare i due gemelli per riappacificarsi e chiudere la questione in maniera pacifica. Ma dalle indagini è emerso che il 36enne aveva derubato e offeso più volte il fratello prima di arrivare a minacciarlo con un coltello, così lo hanno fermato. L’uomo ha reagito picchiando gli agenti e perfino minacciandoli con lo specchietto divelto alla volante. Al termine della colluttazione il tunisino è stato arrestato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Stamani udienza di convalida in tribunale.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/04/27/lite-tra-gemelli-uno-viene-arrestato-e-picchia-gli-agenti/

ARTICOLI CORRELATI

Arezzo, Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento