Ferrara: gettata a terra e palpeggiata da branco immigrati

26-08-2017

Fermata da due stranieri, palpeggiata con insistenza e scaraventata a terra. Il tutto in pieno centro, mentre stava raggiungendo il fidanzato e gli amici per concludere la serata in compagnia dopo il lavoro. Una manciata di secondi che devono essere sembrati eterni alla ragazza di 30 anni rimasta vittima di quell’aggressione a sfondo sessuale.

A delineare i contorni della vicenda è la stessa malcapitata che, dopo l’episodio, ha formalizzato una denuncia in questura. Tutto comincia intorno all’una di martedì. La donna finisce il turno di lavoro in un locale, esce e si dirige verso piazzetta San Nicolò. Qui la aspettano il fidanzato e alcuni amici. La 30enne sta camminando lungo via Croce Bianca, a due passi dal Castello e dalla piazza, quando viene avvicinata da una coppia di uomini di colore. Stando al racconto della malcapitata, i due hanno le idee molto chiare su quello che vogliono. Approfittando della sostanziale tranquillità di via Croce Bianca a quell’ora di notte e dell’assenza di testimoni, iniziano ad allungare le mani. La palpeggiano ripetutamente nelle parti intime. Poi, sempre stando al racconto della donna, davanti al suo tentativo di divincolarsi la spingono scaraventandola a terra.

Un gesto che apre uno spiraglio di salvezza per la malcapitata trentenne. Approfittando dell’attimo, si rialza e si mette a correre verso via Piangipane. Uno scatto che basta a far desistere i due molestatori, che se ne vanno per la loro strada perdendosi nella notte del centro. Scampato il pericolo, la ragazza riesce finalmente a raggiungere il fidanzato e a raccontargli l’accaduto. È scossa e provata ma fortunatamente illesa. La stessa ricostruzione finisce nero su bianco su una denuncia presentata in questura. Fotogrammi di un episodio inquietante che, tradotti nel linguaggio giuridico, si trasformano in un’indagine per violenza sessuale. La malcapitata fornisce agli inquirenti alcuni dettagli sui suoi aggressori, carpiti in quei momenti di paura. Pochi ma fondamentali elementi sui quali si sono messi al lavoro gli investigatori della polizia di Stato. La priorità adesso è dare un nome e un volto ai responsabili dell’aggressione. Un episodio preoccupante, avvenuto nel cuore di un centro storico che sempre più spesso è costretto a raccogliere i cocci della sua sicurezza perduta.

http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/cronaca/palpeggiata-denuncia-1.3354838

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Ferrara

RSS Feed Widget

Lascia un commento