Extracomunitario marchia a fuoco bambino italiano

09-11-2017

Ore 11 di ieri mattina: All’Istituto Scolastico Catullo arrivano i carabinieri. Ad allertarli i genitori di un ragazzo agordino che frequenta la prima superiore e che sarebbe rimasto vittima di un episodio di bullismo. Un suo compagno di scuola, un ragazzo extracomunitario che da tempo vive in provincia e che in classe era seduto nella fila dietro alla sua, dopo aver scaldato le lame di una piccola forbice con l’accendino, gliele ha appoggiate sul collo. «Ahi», ha urlato la vittima. Un grido di dolore che ha attirato l’attenzione dell’insegnante, facendo scattare l’allarme.

Appurato quanto era accaduto, in assenza del Dirigente Scolastico, il professore Michele Sardo, impegnato fuori sede per una riunione istituzionale, è stato subito informato uno dei collaboratori del Dirigente, che ha immediatamente avvisato Sardo. I due sono poi rimasti in contatto per i necessari aggiornamenti sugli sviluppi della vicenda. Subito sono stati contattati i rispettivi genitori dei due ragazzi che si sono precipitati a scuola. E mentre dall’Agordino scendevano verso Belluno, i genitori dello studente ferito hanno informato di quanto accaduto anche i carabinieri della Compagnia di Belluno. I militari, coordinati dal capitano Emanuela Cervellera, si sono precipitati a scuola. Intanto i genitori hanno accompagnato il figlio al Pronto Soccorso del San Martino di Belluno, dove gli sono state certificate delle ustioni alla nuca. Il ragazzo è stato dimesso con una prognosi di sette giorni…

https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/bullo_scuola_marchia_compagno_forbici-3356084.html

ARTICOLI CORRELATI

Belluno, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento