Esce da carcere per i domiciliari: durante tragitto pesta controllore

25-11-2014

L'aggressore è il 18enne Oualid Soukratte. Era uscito dal carcere questa mattina

IUS SOLI: HA COMPLETATO IL CICLO DI STUDI

Attimi concitati e di paura anche per i 30 passeggeri presenti all’interno del pullman. Questa mattina il ragazzo, già noto e con diversi precedenti penali, era uscito dal carcere sulla base di un’ordinanza che prevede per lui i domiciliari. Era finito dentro lo scorso 4 novembre perché ritenuto il capo di una baby gang che operava furti con spaccata messi a segno in tutta la provincia. Il 18enne ha preso l’autobus della Contram che parte alle 15.25 da Macerata per raggiungere Civitanova. All’altezza di Santa Maria Apparente i controllori gli hanno chiesto di mostrare loro il biglietto. Soukratte non era da solo. Con lui c’erano due ragazzi, anche loro senza il titolo di viaggio. I controllori, Zizzi, Gian Enrico Mercorelli e Massimo Diamanti hanno fatto loro la multa. Così è nato il diverbio. «Ha iniziato a sbraitare – racconta Zizzi – mi ha detto che il biglietto glielo pagava lo Stato e con aria di sfida e quasi di orgoglio rivendicava di essere appena uscito dal carcere, forse voleva intimidirci. Mentre redigevamo il verbale era al telefono con degli amici e si erano dati appuntamento al Cuore Adriatico. Ma la strada per Montegranaro è un’altra e non sarebbe dovuto arrivare a Civitanova. Ad un certo punto poi quando ha capito che stavo chiamando i carabinieri ha dato in escandescenze e ha cercato di far bloccare l’autobus prima della fermata. Sembrava un forsennato, era seduto fra i sedili e scalciava, graffiava. Ho riportato delle contusioni alla spalla, escoriazioni alle mani e così anche i miei colleghi. Stiamo andando in ospedale». Mentre Soukratte picchiava con calci e pugni in aria alla cieca gli altri due ragazzi che erano con lui sono rimasti in disparte. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi attoniti degli altri passeggeri che hanno temuto che la violenza potesse coinvolgere in qualche maniera anche loro. Veloce l’intervento dei carabinier. Una pattuglia era già in zona e dopo pochi secondi è arrivata dietro al mezzo della Contram. Per il secondo controllore, Gian Enrico Martorelli si è trattato di un drammatico déjà vu. Lo scorso giugno fu infatti aggredito nel piazzale di Cristo Re, da una donna nigeriana che lo aveva preso a testate e aveva cercato di strangolarlo (leggi l’articolo). Oualid Soukratte è stato tratto in arresto per violenza, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio e lesioni. Dopo le formalità di rito il 18enne è stato condotto nella propria abitazione a Montegranaro agli arresti domiciliari.

http://www.cronachemaceratesi.it/2014/11/24/senza-biglietto-aggredisce-i-controllori-arrestato-18enne/596717/

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Macerata

RSS Feed Widget

Lascia un commento