Coppietta presa a pugni e bottigliate da 8 profughi eritrei

15-06-2018

La Polizia cantonale è intervenuta verso le 22 sabato sera in via Guisan a Bellinzona. Un gruppo di cittadini eritrei stava gozzovigliando all’angolo con viale Officina, dove ha accerchiato una coppia di passaggio aggredendola a suon di pugni e bottigliate. I due giovani, una 21enne e un 19enne della regione, sono stati condotti in ospedale per accertamenti e hanno riportato ferite al volto e alla testa (non gravi per fortuna).

«Mentre passeggiavamo siamo stati apostrofati aggressivamente da uno di questi individui» ha raccontato la ragazza alla polizia sul posto, e poi a tio.ch/20minuti. «Ha provocato il mio ragazzo, che gli ha risposto verbalmente, poi sono accorsi gli altri e hanno iniziato a prenderlo a pugni e bottigliate. Io mi sono messa in mezzo e hanno colpito anche me».

La 21enne ha riportato ferite al volto e ha perso conoscenza, colpita forse da una bottiglia di vetro. Il fidanzato ha riportato un trauma cranico non grave. La Polizia cantonale, da noi contattata, conferma di essere intervenuta identificando otto uomini di nazionalità eritrea, in parte richiedenti asilo, in parte titolari di un permesso di soggiorno provvisorio. Sono stati svolti gli accertamenti per definire i dettagli dell’accaduto e identificare gli altri membri del gruppo.

https://www.tio.ch/ticino/cronaca/1264459/coppia-aggredita-al-parchetto–identificati-otto-eritrei

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Ticino

RSS Feed Widget

Lascia un commento