Coppia mista arrestata per spaccio

25-04-2014

Un ragazzo marocchino e la sua convivente italiana, entrambi del 1991, sono stati arrestati giovedì pomeriggio a Romano di Lombardia e processati per direttissima al Tribunale di Bergamo nella mattinata di venerdì.

I due 23enni, lui pregiudicato e munito di permesso di soggiorno e lei casalinga, sono stati sorpresi in atteggiamenti sospetti dai carabinieri della stazione di Romano di Lombardia: i militari li hanno prima fermati a piedi nei pressi della stazione ferroviaria e poi perquisiti. Perquisizione durante la quale sono stati rinvenuti, nella borsetta della ragazza, 155 grammi di cocaina avvolti nel cellophane e 1.750 euro in contanti.

La posizione dei due ragazzi si è poi ulteriormente aggravata in seguito alla perquisizione eseguita nella loro abitazione che ha permesso ai militari di trovare altri 9 grammi di cocaina in un giubbotto, un bilancino di precisione in un armadio e una pistola di tipo Colt “Fratelli Pietta” calibro 45 con quarantuno proiettili dello stesso calibro e due bossoli esplosi sotto il letto.

La pistola, secondo quanto accertato dai militari dell’arma, risulta rubata il 3 febbraio 2011 dal magazzino spedizioni di Grassobbio: entrambi gli arrestati sono stati deferiti per detenzione abusiva di arma da fuoco e ricettazione, mentre la droga, di cui si conosce la provenienza e destinata al mercato bergamasco, è stata sequestrata insieme al denaro provento dell’attività illecita e all’arma.

http://www.bergamonews.it/cronaca/romano-di-lombardia-pistola-e-cocaina-manette-due-23enni-188919

Ormai, farsi arrestare è un’impresa proibitiva. E anche farsi espellere.

ARTICOLI CORRELATI

Bergamo, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento