Coltellate tra profughi egiziani: profughi EGIZIANI?

17-01-2016

UDINE – Lite nel primo pomeriggio di ieri, sabato 16 gennaio, intorno alle 13, in una struttura di accoglienza per profughi di Udine. A innescare la discussione, che dalle parole è passata ben presto alle mani, è stata una “disputa” su un cappellino da mettere in testa: in sostanza, chi lo aveva offerto “in dono” e un compagno di stanza, si è sentito dir di “no” e ne ha fatto una questione “di orgoglio”.

Quindi prima sono volate brutte parole, poi qualche spintone e, infine, è spuntato un taglierino. Protagonisti due ragazzi di nazionalità egiziana, uno di 16 anni e uno maggiorenne. Stando a quando si è potuto apprendere a lite sedata, il profugo più grande avrebbe provocato il ragazzino che, vistosi messo alle strette, ha estratto il cutter e si è avventato contro il compagno, ferendolo a un braccio, cercando a suo dire di difendersi. Il 16enne ha chiamato i carabinieri che sono intervenuti per fare chiarezza. Nell’area dove è avvenuta la lite è stato trovato il taglierino e il ragazzino, nonostante le sue giustificazioni, è stato denunciato. Anche il personale medico del 118 è stato chiamato ma per l’egiziano con la ferita al braccio è stata sufficiente una medicazione.

http://www.ilgazzettino.it/nordest/udine/profughi_litigano_un_cappellino_16enne_ferisce_compagno_lama_udine-1488347.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Udine

RSS Feed Widget

Lascia un commento