Clandestino non paga conto e usa le auto per pisciare

27-03-2015

Torna a colpire il marocchino 21enne che un mese fa danneggiò 5 telecamere della videosorveglianza al quartiere San Paolo e che qualche giorno dopo ferì il dipendente di un pub di piazza Matteotti e persino uno dei poliziotti intervenuto per calmarlo, dopo aver distrutto il locale. Stavolta l’immigrato se l’è presa con il titolare di una pizzeria di via Albanese, che lo aveva redarguito perché si era rifiutato di pagare il conto dopo aver mangiato una pizza. Non soddisfatto di aver cenato gratis, il marocchino ha aperto l’auto del commerciante e vi ha urinato dentro. Quando il proprietario se n´è accorto e gli si è avvicinato in preda ad una comprensibile ira, il marocchino per tutta risposta lo ha minacciato con una bottiglia di vetro rotta, brandendola anche contro gli altri curiosi che si erano nel frattempo assiepati. C’è stato quindi il fuggi fuggi generale, mentre qualcuno ha chiamato il 113. Quando è arrivata la volante, il marocchino stava ancora dando i numeri. Ciononostante gli agenti sono riusciti a calmarlo e a condurlo in commissariato.

Qui il 21enne è andato ancora in escandescenze, aggredendo verbalmente e fisicamente i poliziotti, provocando loro lesioni e rendendosi protagonista pure del reato di vilipendio allo Stato Italiano. Ricondotto alla ragione, è stato necessario trasferire l’immigrato al Pronto Soccorso, dove gli è stato diagnosticato l’etilismo acuto. Anche gli agenti sono stati medicati. Il magistrato di turno, sempre tenendo conto che si tratta ancora di un incensurato, ha optato anche stavolta per la sola denuncia a piede libero. E’ emerso però che il permesso di soggiorno dell’immigrato era scaduto lo scorso dicembre, per cui è stato trattenuto in commissariato a disposizione dell’ufficio immigrazione. Potrebbe dunque scattare il rimpatrio.

http://www.corrierediragusa.it/articoli/cronache/modica/29973-marocchino-maleducato-fa-la-pipi-sui-sedili-della-macchina-del-titolare-di-una-pizzeria-dove-aveva-mangiato-senza-pagare.html

Potrebbe…

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Ragusa

RSS Feed Widget

Lascia un commento