Chiede biglietto a immigrato: capotreno massacrata di botte

06-06-2014

Aggredita da un passeggero che non voleva esibire il biglietto. La brutta avventura, costata un grande spavento ed il ricovero alla clinica Città di Brescia, è capitata ad una capotreno in servizio sulla linea Milano-Verona.
La 37 enne è stata aggredita, mentre il convoglio si trovava all’altezza della stazione di Rovato (Brescia), da un immigrato africano che, alla richiesta di mostrare il titolo di viaggio, ha risposto mettendo le mani addosso alla donna.
L’episodio si è verificato nella mattinata di giovedì 5 giugno su un vagone del treno «2091», partito da Milano alle 8,25.
La capotreno, mentre verificava ticket e abbonamenti dei passeggeri, quando si è rivolta all’extracomunitario ha ricevuto in risposta colpi al viso e al collo ed uno spintone.
L’uomo, sulla trentina, è stato fermato dalla Polfer. La 37enne è stata trasportata in ospedale da un’ambulanza. Le sue condizioni fortunatamente non sono gravi, ma ha riportato un forte choc per l’accaduto.

http://www.quibrescia.it/cms/2014/06/06/biglietti-prego-capotreno-aggredita/

Purtroppo, vista la società in cui viviamo, è inutile dire che, certi lavori, le donne non dovrebbero farli. E’ triste dirlo, ma realistico. Sono le categorie più deboli che hanno da perdere, dall’avvento della società multietnica.

ARTICOLI CORRELATI

Brescia, EVIDENZA

RSS Feed Widget

One comment on “Chiede biglietto a immigrato: capotreno massacrata di botte

  1. Lepanto ha detto:

    Facciamoli entrare tutti questi qua! Tanto stiamo diventando tutti Mussulmani! Gli diamo alloggio, soldi e tutto e lori ci ringraziano prendendoci a bastonate, coltellate erevolverate. Ai signori comunisti e quelli di sinistra tutti gli vorrei far presente che, se questi andassero in russia ora o nella ex Unione Sovietica, si sarebbero e si ritroverebbero tutti in Siberia nei Gulag! Altro che assistenza. Per me, per non li far venire più bisognerebbe creare il crimine di “Invasione di territorio” e no di immigrazione clandestina; poi gettarli in campo di concentramento e lì dargli una ciotola di riso scotto e un bicchiere dàcqua al giorno. Quando si sparge la voce che qui apposto di tropvare Pantalone che li mantiene trovano la prigione e che prigione, qesti non vengono più. Ma per la stramaledetta Europa non si può perchè ci sono i diritti dell’uomo e quant’altro; e i diritti di chi vuol vivere in pace a casa sua? Attenzione che questi sono tutti Mussulmani e noi cristiani ai loro occhi siamo infedeli e quindi meritevoli della morte!Altro che la sinistra li aiuta per rinforzarsi. Quando saremo tutti mussulmani viggerà la legge della Sciaharia, e non ci sarano ne di destra, ne di sinistra, ne di centro, e le femministe, così come gli omosessuali? Faretre una brutta fine! Avanti, fateli entrare e dategli tutto e di più e vedrete come loro dentro e noi, tutti noi europei, fuori! Si devono adottare leggi severissime con tutti, anche con i delinquenti comuni, no che li pigliano e dopo 24 ore sono fuori, e ti pigliano anche per il culo, ti ridono in faccia! Però ci sono i diritti Umani, e i diritti delle vittime? Ma no si devono rieducare…. altro che rieducare, seguitivi la cronaca…gente che dovrebbe stare agli arresti domiciliari va a fare le rapine, ed è una cosa anche Logica. Buttatelo in un campo di concentramento a pane e acqua, vedi che la voglia di sfottere e di combinar minchiate gli passa!
    Firmato LEPANTO1

Lascia un commento