Category: Trieste

Immigrato picchia la moglie e violenta l’amica

Continue angherie e offese ricevute, in alcuni casi la picchiava tanto da procurarle tagli e fratture, ma la moglie non ha mai avuto il coraggio di denunciarlo per paura…

Espulso dall’Italia rientra e ruba auto

Lo aggrediscono con cocci di bottiglia: due piccoli migranti arrestati

Arrestato profugo a Gorizia: aveva addosso 31 dosi di hashish (FOTO E VIDEO)

Il trentenne è stato fermato e perquisito prima di poter nascondere le prove

Profugo tortura ragazza di 19 anni: pugni, morsi e dita calpestate

La offendeva picchiava con cadenza settimanale con pugni al capo e alla schiena fino a subire la frattura di due dita di una mano deliberatamente calpestate. E’ stata colpita alla nuca fino a perdere i sensi, morsa e colpita solo per essersi rifiutata di consegnare al marito il cellulare. A seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, il 21 maggio scorso, è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie per  B. M. F. B. nato in Iraq nel 1993, richiedente protezione.  Sono stati reiterati gli episodi di maltrattamento che hanno segnato il rapporto tra i due coniugi, i quali, dal loro paese d’origine, hanno chiesto rifugio prima in Belgio e poi in Italia. Una escalation di violenze ed insulti che ha indotto la giovane, nata nel 1999, ad allontanarsi dal marito, il quale, tuttavia, ha cominciato a contattarla, intimandole di tornare a casa e minacciando di rendere la vita impossibile a lei e quanti alla stessa avessero fornito aiuto o vicinanza.

Addirittura, si è accordato con altri connazionali per intimidire, sotto la minaccia di un coltello, la vittima ed un uomo di altra nazionalità con il quale aveva stretto un rapporto, fino a programmare in loro danno la simulazione del reato di cessione e detenzione di stupefacenti, che i complici del marito avrebbero dovuto occultare nella borsa di lei. Tali fatti, iniziati dal 2016, si sono protratti fino a pochi giorni or sono, quando la nuova coppia è stata circondata in via Carducci da un gruppo di individui inviati dall’indagato, che hanno intimato ai due di non frequentarsi più, minacciando la donna che qualora avesse continuato nella nuova relazione, la avrebbero condotta in un altro stato. A supporto delle indagini, le testimonianza di quanti hanno assistito agli episodi di maltrattamento, nonché alcuni certificati medici acquisiti presso strutture sanitarie.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/trieste/pugni_dita_calpestate_scatta_divieto_di_avvicinarsi_moglie-3748367.html

Incinta e ostaggio degli immigrati: «La liberiamo se ci dai 3mila euro»

TRIESTE – Un incubo quello vissuto da una cittadina di nazionalità kosovara al settimo mese di gravidanza. La donna è stata presa in ostaggio da alcuni…

«Ha cominciato colpire le macchine causando danni e mostrando le parti intime ai passanti»

«Ha cominciato a colpire le macchine causando piccoli danni ed esibendo le parti intime ai passanti»

Nuovo pestaggio tra immigrati a Trieste – VIDEO

Secondo episodio ad alta tensione nella zona: sul posto la Polizia, ma i protagonisti si sono dati alla fuga

Anziani derubati sui bus: fermati 7 borseggiatori seriali, tutti stranieri

Operazione Lazzaro della Polizia locale conclusa: 4 arresti e 3 denunce

Fermato dai Carabinieri da in escandescenza: uffici distrutti e due militari feriti

L’uomo è stato sedato dal personale sanitario e poi arrestato