Category: Torino

‘Maschicidio’ tra immigrati: badante uccide il marito

Torino, 25 mar. (LaPresse) – E’ ricoverata in rianimazione con prognosi riservata all’ospedale San Luigi di Orbassano (Torino) la donna di origine rumena che questa mattina è stata coinvolta in una violenta lite col marito in un alloggio di via Boves 29 a Tetti Francesi, alle porte di Rivalta (Torino). Dagli accertamenti effettuati dai medici sembra che la donna, Angela Baran, di 54 anni, non sia stata accoltellata come ipotizzato in un primo momento. E’ stata violentemente percossa: i medici, infatti, hanno riscontrato ferite da taglio superficiali e forti ecchimosi. Al momento si escludono emorragie interne e la donna è stata intubata e sedata. Il marito, Vasile Baran, 55 anni, è invece morto in seguito a una coltellata inferta all’addome con un coltello da cucina. La 54enne, quindi, potrebbe aver reagito dopo essere stata aggredita dall’uomo. A trovare i genitori in fin di vita è stata, poco prima delle 13, la figlia Ileana Traila, badante romena di 35 anni. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Moncalieri i litigi fra i due coniugi proseguivano da tempo. Qualche settimana fa Angela Baran, esasperata, aveva raggiunto la figlia a Rivalta, dove lavora da 7 anni. Domenica sera si è presentato a sorpresa anche Vasile Baran. Gli inquirenti ipotizzano che i coniugi abbiano avuto l’ennesima discussione, finita in tragedia.

http://notizie.tiscali.it/feeds/14/03/25/t_42_20140325_CRO_TN01_0080.html?ultimora

Torino: caccia ai ‘mendicanti’ col conto in banca

www.torinotoday.it

L’attività dei carabinieri si è concentrata sui mimi e sui falsi mendicanti che operano nel centro di Torino. In corso Giulio Cesare i carabinieri hanno arrestato una ladra che aveva appena sottratto un telefonino

Minaccia agente con un coltello in c.so Rosselli dopo rapina, arrestato – TorinoToday


TorinoToday

Minaccia agente con un coltello in c.so Rosselli dopo rapina, arrestato
TorinoToday
era su territorio italiano senza regolare permesso e che aveva numerosissimi precedenti penali per furto aggravato, detenzione e spacci odi droga, false attestazioni di identità, violazione della legge sulle armi e sull'immigrazione, rapina

Banda multietnica adescava ‘gay soli’

TORINO – Adescavano le vittime tramite il social network Badoo, le corteggiavano per poi derubarle. Una banda criminale specializzata in amori in rete, “con sgradevole sorpresa finale”, è stata sgominata dai carabinieri della Compagnia di Moncalieri. L’operazione ha portato all’arresto di quattro giovani di età compresa tra i 17 e i 21 anni che seducevano in rete uomini soli e poi li rapinavano nelle loro case.

LE ACCUSE – I destinatari delle misure cautelari sono tutti residenti a Torino. Si tratta di Alessandro M., italiano di 19 anni, Islam T. tunisino di 20 anni, Andrei P. romeno di 21 anni e M.T. romeno di 17 anni, che a vario titolo dovranno rispondere di estorsione, rapina, sequestro di persona, lesioni personali e utilizzo indebito di carte di credito.

ALLA RICERCA DI UOMINI SOLI – Il modus operandi era sempre lo stesso: tramite un profilo sul noto social network, la banda adescava le vittime. In particolare, il giovane italiano, usando come pseudonimo “Luca”, era colui che individuava e sceglieva le persone in rete: uomini soli con una casa a disposizione. Con loro instaurava un’amicizia virtuale per poi arrivare al contatto personale. Stabilito il contatto e arrivati ad avere una certa confidenza intima scattava il raid. Il giovane telefonava alla sua preda e gli diceva di trovarsi sotto casa e di aver voglia di un incontro intimo. Una volta in casa, riusciva a far entrare anche i complici lasciando la porta di casa aperta. La vittima quindi veniva picchiata, rapinata e costretta a fornire il codice Pin del bancomat.

LE VITTIME – Le rapine sono sempre avvenute nel cuore della notte e sempre a casa delle vittime. La banda è accusata di aver messo a segno quattro colpi, tutti nel febbraio scorso ai danni di tre quarantenni residenti nel torinese, e di un 30enne del vercellese, ma secondo i carabinieri le vittime potrebbero essere ancora di più. Molti uomini, infatti, per vergogna o per paura non hanno presentato la denuncia. “

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/citta/banda-badoo-uomini-soli-torino.html

Torino: scontri etnici tra spacciatori per il territorio


TorinoToday

Rissa in via Scarlatti, gli spacciatori prendono a calci i bidoni
TorinoToday
Rissa in Barriera di Milano nella giornata di lunedì. Protagonisti dell'increscioso episodio i soliti pusher che da anni si affrontano per le strade per il controllo del territorio. Due bande composte da un numero non ben precisato di nigeriani e

Torino come Gaza: blitz militare nella ‘cittadella multietnica’

Porta Palazzo nella morsa della polizia. È caccia ai pusher e soprattutto alla rete di scippatori, rapinatori e borseggiatori che da qualche tempo hanno portato a termine decine di colpi, aggressioni e furti.
Così settanta uomini, coordinati dal dirigente del commissariato Dora Vanchiglia, Sergio Molino (con l’aiuto della squadra cinofili, e della squadra mobile), hanno effettuato un lungo controllo in tutto quartiere che s’è concluso nella notte.
Nel mirino i controviali di corso Regina Margherita, in Piazza della Repubblica, nei giardini Santa Maria Teresa e giardini di via Alimonda. Polizia anche sulle linee 3 e 16, per individuare spacciatori e borseggiatori. «Visitati» gioiellerie, bar, sale-massaggi, sala-giochi ed erboristerie della zona.
Identificate un centinaio di persone, 13 sono ancora in questura per accertamenti sulla loro identità.

http://www.lastampa.it/2014/03/19/cronaca/porta-palazzo-blitz-antimalavita-oe227WigHEpTksdu3kPOLM/pagina.html

Cie, 3 incendi in 2 giorni, 7 arresti tra gli ‘ospiti’ del centro

Cie, 3 incendi in 2 giorni, 7 arresti

(ANSA) – TORINO, 17 MAR – Per tre incendi consecutivi divampati nel fine settimana nel Centro di Identificazione ed Espulsione di Torino, la polizia ha arrestato un tunisino e sei nigeriani. Gli incendi – è stato accertato – erano chiaramente dolosi. I roghi sono stati appiccati sabato pomeriggio, domenica a pranzo e domenica sera. Sono stati spenti dai vigili del fuoco. Non ci sono stati feriti. Due moduli abitativi della struttura sono però stati dichiarati inagibili e gli ospiti spostati in altri moduli.(ANSA).

Torino: presa in flagrante la baby banda di topi di appartamento del centro

Presa in flagrante la baby banda di topi di appartamento del centro
TorinoToday
Tre ragazzini, di età comprese tra i 16 e i 17 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile con l’accusa di furto con scasso. Si tratta di tre giovani nomadi fermati in via Talucchi dopo la chiamata di un testimone che segnalava la
Furto appartamento San Donato Torino, arrestati tre romCronaca Torino
Torino: baby topi d’appartamento, tre arrestiLa Repubblica Torino.it

tutte le notizie (5) »

Controlli a Dora Vanchiglia: 6 arresti per spaccio e violazione della … – TorinoToday


TorinoToday
Controlli a Dora Vanchiglia: 6 arresti per spaccio e violazione della
TorinoToday
Chiudono la sfilza di arresti due cittadini stranieri: un algerino, in manette per reato di resistenza, violenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale in concorso ed un marocchino, minorenne, sottoposto a misura cautelare in carcere, denunciato poi  

Torino invasa da baby-gangs: ragazzo accoltellato da 3 marocchini

Accoltellato per un iPhone da tre ‘piccoli immigrati’

Non ha consegnato l’iPhone ai tre ragazzi marocchini quindicenni da cui era minacciato con un coltello e ne è nata una lite in cui è stato colpito più volte da una lama di 22 centimetri. Vittima dell’aggressione è un ragazzo minorenne che, con un suo amico, era da poco uscito dal centro commerciale 8 Gallery. Seguiti da quelli che poi si sono rivelati essere rapinatori seriali, non hanno ceduto alle minacce e questo è costato al ragazzo possessore dello smartphone una prognosi finale di venti giorni.

L’episodio ha permesso alla Polizia del Commissariato Barriera Nizza non solo di arrestare i tre colpevoli dell’aggressione, finiti in manette con l’accusa di tentato omicidio, ma anche di scoprire un giro di rapine effettuate tutte con lo stesso modus operandi. Una banda di una ventina di stranieri, tutti molto giovani, che passava le giornate nel centro commerciale di Lingotto. Dopo aver adocchiato le vittime da rapinare, le seguivano al di fuori dell’8 Gallery e con un coltello in mano si facevano consegnare sia i cellulari, sia i portafogli.

http://www.torinotoday.it/cronaca/accoltellato-ragazzino-8-gallery-iphone.html