Category: Palermo

Romeni tentano rapina a sprangate, coltellate e bastonate

Tentano la rapina con spranghe coltelli e bastoni: 3 romeni arrestati
PALERMO – Ancora violenza in città, dove tre romeni hanno inseguito e aggredito degli uomini. Armati di bastone, coltelli e una mazza di legno sono entrati in azione in via San Gregorio, nella zona del Capo. La donna, una delle vittime, ha riferito
Rapinano e picchiano connazionali, arrestati tre romeni a PalermoGiornale di Sicilia
Palermo: rapina a colpi di spranga e bastone, 3 arrestiLiberoQuotidiano.ittutte le notizie (3) »

Parcheggiatori: “Sono immigrato, o paghi o ti rubo l’auto”

Palermo, parcheggiatori abusivi: arrestato un 54enne tunisino

PALERMO. E’ stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato Daieb Ridha, 54enne cittadino tunisino, resosi responsabile del reato di estorsione ai danni di un giovane palermitano. Alle ore 23:30 circa, un ragazzo ha contattato il “113” e ha raccontato ai poliziotti intervenuti in suo soccorso, delle ingiurie e delle intimidazioni da parte di un cittadino extracomunitario.   Con l’ “autorevolezza” di chi si accredita quale parcheggiatore di zona e pensa di poter disporre di spazi di strada a suo piacimento, lo straniero ha  avvicinato il giovane che aveva appena parcheggiato l’ auto e ha perentoriamente indicato il prezzo del parcheggio. Ricevendo un fermo rifiuto, il parcheggiatore non ha esitato ad elencare le gravi conseguenze verso le quali il suo interlocutore sarebbe andato incontro, se si fosse ostinato a non voler pagare, compreso il minaccioso avvertimento del “se non mi dai i soldi ti faccio rubare la macchina” .      La versione è stata confermata da un coetaneo dell’automobilista che aveva assistito alla indebita richiesta del tunisino ed alla minacciosa condotta tenuta da quest’ultimo.  Ai poliziotti è bastato fare un giro in piazza Montevergini per rintracciare l’extracomunitario segnalato .   Il tunisino, accortosi della presenza degli agenti, ha tentato una veloce fuga a bordo di una bicicletta, ma è stato facilmente raggiunto e sottoposto ad un controllo dagli agenti.  Dai riscontri degli agenti sembrerebbe che l’uomo già da parecchio tempo esercitasse l’illecita attività in zona e che lo facesse con modi non proprio urbani ma spesso pretenziosi e vessatori.  A conferma di ciò l’esito della perquisizione cui lo straniero veniva sottoposto: addosso gli veniva infatti rinvenuto il classico kit da lavoro per i professionisti del settore costituito da un fischietto, un blocchetto numerato a doppia matrice parzialmente usato.  Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro unitamente al denaro, per la verità poche decine di euro, rinvenutogli addosso.  A seguito di un controllo effettuato presso gli archivi di polizia è anche risultato che il tunisino fosse sprovvisto di titolo di soggiorno.  Quest’oggi, in sede di “direttissima”, l’arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria .

 

Minacce ad un giovane, arrestato dalla polizia tunisino di 54 anniIl Sito di Palermo
“Se non paghi la tua auto scompare” Arrestato un parcheggiatoreLive Sicilia
“Ti faccio rubare la macchina”: via Montevergini, preso posteggiatorePalermoToday

tutte le notizie (4) »

Arrestato dai baschi verdi tunisino con 100 stecche di sigarette di … – Il Sito di Palermo

Arrestato dai baschi verdi tunisino con 100 stecche di sigarette di
Il Sito di Palermo
I militari della Guardia di Finanza hanno arrestato e denunciato un tunisino. L'extracomunitario è stato sorpreso mentre trasportava una valigia con 100 stecche di sigarette di contrabbando per un totale di 20 chilogrammi di tabacco irregolare. I
Era latitante per droga Arrestato a PalermoLive Sicilia
Palermo, latitante con sigarette contrabbando: arrestatoGiornale di Sicilia

tutte le notizie (3) »

Sgominata una banda di giovani ladri romeni, cinque arresti a Modica – igiornalidisicilia.it

Sgominata una banda di giovani ladri romeni, cinque arresti a Modica
igiornalidisicilia.it
Modica – Una banda di ladri è stata sgominata dalla polizia di Modica oggi mentre stava per entrare in azione e mettere a segno l'ennesimo furto ai danni di aziende agricole. Si tratta di rumeni di giovanissima età, alcuni dei quali con dei precedenti

Armati di sciabola rapinano e pestano passanti: arrestato nordafricano

PALERMO 18 ottobre 2013 – Notte di terrore e violenza nella zona di Ballarò, dove nella notte due uomini hanno seminato il panico. Uno dei due, in possesso di una sciabola, è riuscito a fuggire, mentre il suo complice è finito in manette dopo un rocambolesco inseguimento per le stradine del centro storico. Nel mirino dei due malviventi, entrambi extracomunitari, sono finiti due ragazzi che, nei pressi di Porta Sant’Agata, sono stati presi a pugni. Nel cuore del mercato che la sera si trasforma in uno dei luoghi della movida palermitana, ad essere protagonista è stata ancora una volta la violenza. Dopo le risse a piazza Magione e in piazza Garraffello, alla Vucciria, anche a Ballarò è stato il caos.

Gli aggressori hanno agito a scopo di rapina, riuscendo ad impossessarsi dei borselli che i giovani avevano con loro. Bottino: soldi e telefoni cellulari. Poi si sono dati alla fuga, ma diversi cittadini avevano assistito alla scena ed hanno lanciato l’allarme al 113. Quattro le volanti arrivate nella zona dell’Albergheria, dove i due stranieri sono stati individuati. Quando la polizia è arrivata sul posto si sono dati alla fuga, a piedi. Hanno percorso i vicoli, correndo, fino ad arrivare vicino alla Cattedrale, dove l’uomo disarmato è stato bloccato dagli agenti. Quello con la sciabola ha invece tentato di colpire uno dei poliziotti, per poi continuare la sua fuga e fare perdere le sue tracce. In manette, con l’accusa di rapina aggravata in concorso, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, il tunisino Alì Abdel, 23 anni, rinchiuso all’Ucciardone le indagini della polizia sono in corso per individuare l’uomo che circolava con la sciabola.

http://livesicilia.it/2013/10/18/rapinatori-armati-di-sciabola-notte-di-paura-a-ballaro-arrestato-un-tunisino-dopo-un-inseguimento-tra-i-vicoli_389930/