Category: Lucca

Africani massacrano ragazzino italiano: gli spezzano gamba

Lucca

Posted by La Nazione on Thursday, February 21, 2019

Profugo violenta donna a Lucca, non voleva fare sesso con lui

https://www.lanazione.it/lucca/cronaca/mura-lucca-violenza-1.4386593?fbclid=IwAR2610bHUZW03wGyvw3LnLcOh8AIF2bb-GbpyAqHd-eiGzBqQtacC-ooOvo

Hanno sventato una violenza sessuale, sottraendo una donna alla furia di un uomo. I poliziotti a Lucca hanno salvato da un’aggressione una donna di 33 anni mentre veniva picchiata da un 20enne, che voleva costringerla ad ogni costo a un rapporto sessuale. E’ successo intorno alle 14 di venerdì 11 gennaio.

La scena si è svolta sugli spalti delle antiche mura, nei pressi dell’uscita di San Frediano. I protagonisti, entrambi nigeriani richiedenti asilo, si sono incontrati fuori dalla Questura, dove la donna si era recata per ritirare il permesso di soggiorno. Il giovane, ospite di un centro di accoglienza nel centro di Lucca, ha tentato subito di approcciarla, ma nonostante i rifiuti della donna l’ha seguita fino alla porta di San Frediano dove, dopo averle sottratto il permesso di soggiorno, l’ha ricattata al fine di ottenere un rapporto sessuale.

All’ennesimo rifiuto da parte della 33enne, ospite di una struttura in Garfagnana, infine, pur di averla ha cominciato a picchiarla. Per fortuna la scena è stata notata da alcuni cittadini che hanno subito chiamato il 113. In pochi istanti la squadra volante è piombata sul posto quando l’uomo stava ancora picchiando la donna. La nigeriana è stata accompagnata al pronto soccorso per le cure mediche. Il 20enne è stato arrestato per estorsione, tentata violenza sessuale e lesioni personali e condotto in carcere in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

Profugo esige di sposare volontaria: la perseguita

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/11/21/migrante-arrestato-per-stalking-a-lucca_a29d51d0-f0ef-4bfa-aaf4-3dcf9735d76a.html

(ANSA) – LUCCA, 21 NOV – La polizia ha arrestato a Lucca un cittadino della Nuova Guinea di 29 anni, rifugiato in Italia, per stalking e resistenza a pubblico ufficiale. Gli atti persecutori sono stati commessi ai danni di una educatrice conosciuta durante le attività organizzate da un centro di accoglienza e dal quale è stato poi allontanato a causa dei suoi atteggiamenti violenti. L’uomo si sarebbe innamorato a tal punto che aveva deciso di sposare la giovane donna, non accettando il rifiuto di lei, dicendole che nel suo paese di origine “l’uomo sceglie la donna, che non può rifiutarsi”. Così, da circa un anno la perseguitava senza usare violenza. Oggi però ha individuato l’educatrice in un bar e l’ha stretta ad un braccio brandendo una pietra. All’arrivo dei poliziotti il giovane teneva in mano ancora la pietra e sono stati costretti ad affrontarlo fisicamente per arrestarlo. Processato per direttissima il giudice ha disposto l’obbligo di firma ed il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Niente carcere per la rapinatrice che morte

#CronacaRapinatrice dal morso facile a Lucca, condannata a indossare il braccialetto elettronico a Montecatinihttps://goo.gl/cFHNjS

Posted by La Gazzetta di Lucca on Wednesday, October 24, 2018

Migrante aggredisce turista e la deruba

#CronacaDeruba e aggredisce una turista, marocchino in carcerehttps://goo.gl/puKts3

Posted by La Gazzetta di Lucca on Monday, August 6, 2018

Pestato a sangue freddo da immigrato

Viareggio

Posted by La Nazione on Thursday, July 26, 2018

Violenza sessuale su 15enne che rifiuta sesso a somalo

https://www.lagazzettadilucca.it/cronaca/2018/07/somalo-arrestato-per-violenza-sessuale-su-una-15enne/

Ieri pomeriggio le Volanti della questura hanno arrestato un ragazzo somalo per tentata violenza sessuale ai danni di una minorenne.

La vittima era seduta su una panchina, a Porta San Pietro, nel centro di Lucca, insieme ad altre coetanee. Il ragazzo, improvvisamente, le si è seduto accanto e ha cominciato ad palpeggiarle la gamba. Sconvolta, la minore ha protestato allontanando il braccio dell’uomo. Prima che potesse lasciare la panchina insieme alle amiche, il somalo si è chinato su di lei è ha provato a baciarla sulla bocca.

La vittima, impaurita, è scappata, seguita dalle amiche e ha chiamato il 113. Una pattuglia delle Volanti, impegnata, poco distante, nel consueto servizio di controllo del territorio, ha raggiunto la giovane dopo pochi minuti trovandola ancora in lacrime.

Il somalo è stato bloccato poco dopo; si è era appena alzato dalla panchina e si stava allontanando a piedi.
La minore e le amiche, accompagnate in Questura, sono state ascoltate, alla presenza dei genitori, da personale specializzato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

Arrestato, il somalo è stato condotto in carcere, in attesa di udienza di convalida.

In Italia da diversi anni, l’uomo ha un solo precedente, risalente nel tempo, per reati di lesioni e tentata rapina.

Immigrata rapina anziano e nasconde il Rolex nelle tra le cosce

Attimi di paura lungo la circonvallazione. Auto in fuga fermata dalla polizia

Famiglia perseguitata dai dominicani, rapinata due volte

Vittime e i mandanti si erano conosciuti nella Repubblica Dominicana dove avevano vissuto per un certo periodo

Nigeriano schiaffeggia donne per gioco – VIDEO

La Squadra Mobile di Lucca ha identificato lo straniero che nei giorni scorsi ha aggredito senza motivo due donne. Si tratta di un trentasettenne nigeriano, titolare di un permesso di soggiorno.

https://www.lanazione.it/lucca/cronaca/aggressione-donne-1.3859534