Category: Livorno

Immigrato aggredisce guardia al pronto soccorso

Paura al pronto soccorso di Livorno: marocchino aggredisce guardia giurata https://tinyurl.com/u36hwdh

Posted by Il Giornale on Tuesday, November 26, 2019

Immigrato prende a sputi donna e devasta marciapiede

L'immigrato ha anche cercato di colpire un'altra donna con un pugno

Posted by Il Primato Nazionale on Tuesday, October 22, 2019

Poliziotta presa a calci sul petto da immigrato: è grave, lui libero

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/10/05/aggrediti-due-poliziotti-a-cecina_3c291466-cb61-444e-ae19-38f146a061b1.html

 “Due colleghi delle volanti, un uomo e una donna, sono stati aggrediti da un cittadino russo sotto effetto di alcol e droghe e sono finiti in ospedale. La collega ha avuto un’ischemia a causa dei calci ricevuti al petto. E’ successo ieri sera a Cecina (Livorno) e avrebbe potuto avere conseguenze devastanti come avvenuto a Trieste”. Lo afferma Stefano Paoloni, segretario generale del sindacato autonomo di polizia (Sap). “La collega è ora ricoverata e sotto monitoraggio a seguito dell’ischemia”.
    L’aggressore, aggiunge Paoloni in una nota, “processato per direttissima questa mattina è stato scarcerato e gli è stato imposto l’obbligo di firma in commissariato”. Per Valter Mazzetti, segretario della Federazione Fsp polizia di Stato, “E’ stato dentro appena il tempo che un altro soggetto fuori controllo trucidasse altri due poliziotti. C’è davvero qualcosa che non va, e continuare a fingere che non sia così è un’offesa all’intelligenza di tutti. Nulla così può funzionare. Il sistema non è coerente”.

Rimprovera immigrato che piscia per strada, picchiata

https://www.facebook.com/ilGiornale/posts/10157353528807459?xts__%5B0%5D=68.ARCK5KYK8wbKddUV8RXuxyirXXwUiXrMgXG8w3i8a5Ab4UwMOFnFhk-cocVNmveqclMnZ-xqccJKA8ir8BiPieU8-uzzr6vlH3v8JIYZBEk3nSmZMZCEk-09JqoWANwSCtYk7Qj57pKZgK2dI8e8CKAk_Ujs586m87uBS4FyYLBvnoi2u2LvZq0Cf3asBHYdnhemyFrphInkrpTDK_oDQWm_ZOOtX2XxCAbYVpRpVb35Wyyd61qgCF_hfFSOJZPLDwzI00Y30aw0UOYVVUsemuNH2tNHH9Bo94hI_Nn6-IokzyX5-QlmjWYc9g00FglDH4ZKlQ_P4WH_2521ScV_&__tn=-R

Esige un rapporto sessuale e poi la rapina: arrestato nigeriano

Chiede un rapporto sessuale e poi la rapina: arrestato nigeriano in piazza Garibaldi  Livorno Press

LIVORNO, 08 APR – Ferma una donna chiedendole un rapporto sessuale e al suo rifiuto la colpisce con dei pugni e la rapina della borsa. Un trentunenne …

Tre immigrati causano incidente e poi pestano agenti

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/04/07/dopo-incidente-picchiano-agentibloccati_7017a24f-3372-403d-9d91-a471d82afa17.html

Tre persone sono state arrestate per oltraggio a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni. E’ successo stamani, intorno alle 6.30, a Stagno (Livorno) all’altezza della raffineria Eni. Per bloccarli gli agenti hanno dovuto usare anche lo spray al peperoncino. Quanto è successo è poi stato ricostruito in questura. La polizia intervenuta dopo un tamponamento, ha rintracciato l’auto che aveva causato l’incidente con a bordo tre persone. Al momento di essere fermati e identificati, i tre, tutti di origine peruviana, hanno reagito violentemente, scagliandosi contro gli agenti, e si sono calmati solo con lo spray Kapsicum. Gli agenti, successivamente sono dovuti ricorrere alle cure ospedaliere e sono stati dimessi con una prognosi di 7 giorni ciascuno. Dai controlli è emerso che l’autista era senza patente, mentre uno dei passeggeri non era in regola con il permesso di soggiorno. Due peruviani ora si trovano ai domiciliari mentre il 3/o è in attesa di regolarizzare la sua situazione in materia di immigrazione.

Albanese con 1 tonnellata di droga in garage, arrestato

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/01/15/830kg-droga-in-garage-arresto-a-livorno_3dd9e59f-3879-4b54-ab28-9e1eaef265fa.html

Nel suo garage aveva 830 kg di droga, di cui 564 kg di marijuana e 266 kg di hashish, per un valore di oltre 2 milioni di euro. Per questo un 35enne di origine albanese, incensurato, è stato arrestato dalla squadra mobile di Livorno per detenzione ai fini di spaccio.
    L’operazione che ha portato all’arresto dell’uomo, operaio di una ditta di manutenzioni livornese, è partita da una segnalazione anonima su YouPol che raccontava di uno straniero che nella zona Montebello girava per il quartiere con una pistola a bordo di un’auto grigia. Dopo servizi di osservazione e pedinamenti gli agenti hanno rintracciato l’uomo a bordo dell’auto mentre era intento a entrare nel garage, in via Ebat.
    All’interno del mezzo, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola giocattolo, privata del tappo rosso, con caricatore privo di munizionamento e una scatola in cartone con 13 cartucce a salve. La pistola giocattolo è costata al 35enne una prima denuncia. Poi la perquisizione del garage con la scoperta della droga.

Stupro di Natale a Livorno: migrante tenta di violentarla tra le auto

Una violenza sessuale è avvenuta la notte di Natale, questa volta a Livorno. Un 25enne, cittadino turco, è stato accusato di tentata violenza sessuale.

Era da poco trascorsa l’una quando, in via Carducci, un abitante ha sentito le grida d’aiuto di una donna provenire dalla strada. Insospettitosi, l’uomo si è affacciato dalla finestra della sua abitazione notando una donna trattenuta da un giovane tra due autovetture parcheggiate sul ciglio della strada. L’uomo ha chiamato il 112 e, in pochi secondi, è arrivata sul luogo una pattuglia che si trovava a poca distanza. Giunti sul posto, i militari hanno sorpreso il giovane turco mentre cercava di avere un rapporto sessuale con una donna italiana. Alla vista dei carabinieri, il 25enne ha tentato di scappare nelle vie limitrofe per poi essere raggiunto e bloccato. Sul posto sono poi arrivati i sanitari del 118 per le cure mediche della donna, mentre il giovane aggressore è stato trasportato all’ospedale poiché sotto l’effetto di sostanze alcoliche. A seguito degli accertamenti di rito, il 25enne è stato arresto per tentata violenza sessuale e condotto presso nel carcere Le Sughere di Livorno a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Un caso simile è successo a Codroipo, in provincia di Udine, dove un cittadino tunisino di 26 anni, residente nel capoluogo, è stato arrestato per violenza sessuale, sequestro di persona e violenza a pubblico ufficiale. Il giovane ha tentato di violentare una minorenne a casa di un amico, ma la ragazzina è riuscita a divincolarsi e a mandare un messaggio alla mamma chiedendo aiuto. La donna si è messa subito in contatto con i carabinieri che sono intervenuti sfondando la porta e riuscendo a salvare la giovane. Alla vista dei militari il tunisino ha tentato di scappare ingaggiando una colluttazione e colpendone uno con una bottigliata sulla testa. Poi è stato immobilizzato e arrestato. Il Gip che ha disposto per l’uomo la misura della custodia cautelare in carcere. L’episodio è avvenuto la sera del 23 dicembre a Codroipo, anche se è stato reso noto solo oggi.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/livorno-tenta-stuprarla-auto-i-militari-fermano-turco-1622230.html

Migrante spaccia tra i bambini e le altalene a Livorno

Mentre i bambini giocavano lui spacciava. Noncurante. Ecco dove é accaduto

Posted by Il Tirreno – Livorno on Friday, July 27, 2018

Livorno: immigrato ubriaco aggredisce barista e distrugge locale

L’uomo ha lanciato bicchieri e bottiglie verso chiunque cercasse di avvicinarsi ferendo anche i carabinieri