Category: Imperia

Ventiglia: lite furibonda tra coppia di africani – VIDEO

A rischiare di avere la peggio è stato l’uomo, che la compagna ha affrontato brandendo un paio di forbicine. Lo sgomento dei passanti

Tunisino appena sbarcato si mette a spacciare droga

Sanremo, spaccia droga di giorno al mercato: fermato da GdF e polizia 16enne tunisino, appena sbarcato in Sicilia

Via gli spacciatori dalla mia attività: accoltellato da albanese

Via gli spacciatori dalla mia attività: titolare sala scommesse di Ventimiglia accoltellato da albanese. Lo straniero fermato dalla polizia

Ventimiglia, tre nigeriani con 300 ovuli di droga nello stomaco

Operazione GdF con i cani antidroga: i malviventi africani avevano ingerito 313 ovuli, tentando poi di passare la frontiera su due pullmann

Ventimiglia, passanti salvano donna da stupro africano

Tentato stupro a Ventimiglia, intervengono residenti e un passante: africano scappa, donna salva. Fuggito verso la stazione ferroviaria

Terrore a Ventimiglia, migrante tenta di stuprarla

Non bastava il tentativo di rapina, ha anche provato a stuprarla e soltanto le sue urla di disperazione, che hanno svegliato il vicinato, sono valse a scongiurare la violenza sessuale.

L’aggressione si è consumata, la scorsa notte, in vico San Nicola, nel pieno centro di Ventimiglia, in provincia di Imperia, dove uno straniero – del quale non si conosce ancora la nazionalità – ha incrociato per strada una giovane bulgara. Fosse stato di giorno, probabilmente il tutto si sarebbe risolto col solito volgare apprezzamento. Ma alle 2.30, quando in giro non c’è più nessuno, o quasi, le brutte idee prendono il sopravvento.

Lo straniero si è subito messo di traverso alla donna: una senza tetto, che si accingeva a trascorrere la nottata all’addiaccio, stesa su un giaciglio di fortuna. Da quanto finora ricostruito dai carabinieri, il migrante avrebbe in un primo tempo cercato di rapinarla del tablet. Quindi, è passato alle vie di fatto. Dopo averla picchiata è riuscito, con violenza, a sfilarle i pantaloni e lo stupro è stato evitato per un soffio.

La giovane ha cominciato a gridare con tutte le sue forze e, oltre ai vicini che si sono affacciati dalla finestra, svegliati di soprassalto, è intervenuto anche un uomo, che ha rincorso lo straniero per alcune centinaia di metri. Quest’ultimo, però, alla fine ha avuto il sopravvento. È riuscito a disperdersi nella zona della stazione ed ora i militari stanno acquisendo i filmati di tutte le telecamere di video sorveglianza della zona, nella speranza di tracciare un identikit dello straniero. La giovane è stata successivamente portata al pronto soccorso dell’ospedale di Bordighera, dove i medici le hanno diagnosticato un cervicalgia post traumatica.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/dammi-tuo-tablet-poi-tenta-violentarla-caccia-straniero-1490106.html

Tu da qua non esci viva, tunisino la sequestra

Lo scorso lunedì gli agenti del Commissariato P.S. di Sanremo hanno salvato una donna segregata in casa dal suo ex compagno

Violenza sessuale su 2 minorenni: arrestato richiedente asilo

Violenza sessuale su 2 minorenni: arrestato richiedente asilo, ospite di una coop a Imperia. Vittime 15 e 17 anni molestate e palpeggiate sul bus

Pestato da nordafricani, agente ci rimette la milza

Sanremo: aggredito da due nordafricani per difendere i cittadini, agente di polizia ci rimette la milza. Processo il 6 marzo a Imperia

Niente alcol test, sono migrante: e tenta di staccare dito a morsi ad agente

Imperia – Ha morsicato la mano di un poliziotto che voleva sottoporlo all’alcol test, dopo un piccolo incidente, picchiando anche il collega di pattuglia con una scarica di calci e pugni.

Protagonista è un muratore albanese di 54 anni, che nella tarda serata di ieri, in via Garessio, ha dato in escandescenze, all’arrivo delle forze dell’ordine (c’erano anche i carabinieri) dopo un tamponamento nel quale era rimasto coinvolto alla guida della propria Peugeot 308.

Che fosse ubriaco, non c’era ombra di dubbio, ma i poliziotti – due sovrintendenti in servizio alla Squadra Volanti della locale Questura – hanno ugualmente voluto sottoporlo alla prova dell’etilometro. E’ stato allora, contestualmente al rifiuto di fornire i documenti, che l’albanese, regolare in Italia, ha cominciato a dimenarsi e a scalciare. Ma non è tutto. A un certo punto ha afferrato la mano dell’agente, che tentava di fermarlo, morsicandolo con forza a un dito.

Entrambi i poliziotti sono finiti in ospedale e dimessi con prognosi di sette giorni ciascuno. Per il muratore sono così scattate le manette ed ora deve rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Nel “pacchetto” rientrano anche le ingiurie e le minacce di morte rivolte a polizia e carabinieri.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/devono-fargli-lalcol-test-lalbanese-si-scatena-morde-e-pesta-1478202.html