Category: Genova

Picchia e rapina turista inglese, arrestato albanese

Picchia e rapina turista inglese, arrestato
Città di Genova
Genova – Erano entrati nella villa Stella Maris di Camogli, avevano trafugato contanti e picchiato una turista inglese e i suoi bambini. L’episodio è avvenuto due anni fa: questa mattina i carabinieri di Santa Margherita hanno arrestato uno dei banditi altro »

I nomadi di Bolzaneto e le bollette: "Non possiamo pagare" – Primocanale


Il Secolo XIX

I nomadi di Bolzaneto e le bollette: "Non possiamo pagare"
Primocanale
E ai nostri microfoni i rappresentanti del campo nomadi sinti hanno ribadito: "Vediamo cosa si può fare ma è il Comune che ci deve pensare. Noi siamo i cittadini. Ma se uno non può… E comunque in Europa l'Unione Europea paga per i campi nomadi
Via Argine Polcevera, un accampamento abusivo di nomadi davanti Il Secolo XIX

tutte le notizie (4) »

Sampierdarena: violenta rissa in strada, ancora sudamericani

Sampierdarena: violenta rissa in strada, tre arresti
GenovaToday
I tre, di nazionalità ecuadoriana e di età compresa fra i 30 e i 40 anni, già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati. I due poliziotti contusi hanno riportati lesioni guaribili in 5 giorni. Nel pomeriggio invece una volante era altro »

Ivoriano pesta la moglie italiana e le spezza protesi alla gamba

Genova – La Polizia genovese ha arrestato un ivoriano di 39 anni accusato di violenza e maltrattamenti nei confronti della moglie. Da tempo, la donna, italiana, veniva aggredita nella sua abitazione di via Maritano, a Genova.
L’ultimo episodio ha dell’incredibile: l’uomo ha spezzato la protesi di legno che la donna porta a una gamba. Per questa ragione la donna è stata ricoverata in prognosi riservata all’Ospedale Galliera.

http://www.primocanale.it/notizie/aggredisce-la-moglie-fino-a-spezzarle-la-protesi-alla-gamba-131802.html

Sudamericani scatenati a Genova: in tre aggrediscono 76enne

Genova – Avevano intenzione di trascorrere una piacevole e tranquilla serata con gli amici, per questo si trovavano (intorno alle 19.40) nei pressi di un bar di piazza Alimonda dove avrebbero dovuto prendere un aperitivo.

I due coniugi, entrambi poliziotti, lui in servizio alla Polfer e lei alle volanti dell’ufficio prevenzione generale, non avevano però previsto che il dovere istituzionale avrebbe scombinato i loro piani.
Infatti, nell’attesa che arrivassero gli amici, la coppia ha notato due giovani che, percorrendo di corsa via Tommaso Invrea, stavano raggiungendo un’auto ferma in doppia fila, pronta per la partenza.
Uno di questi, prima di entrare nell’abitacolo ha estratto dalla maglia una borsa, ridendo a squarciagola.
Insospettiti da questo atteggiamento i due agenti si sono avvicinati all’auto riuscendo ad annotarne la targa prima che si allontanasse, e ad intravedere una terza persona seduta sui sedili posteriori.
Nel frattempo, poco distante, una donna chiedeva aiuto gridando di essere stata vittima di una rapina.

Senza esitazione, mentre lei contattava il 113 e lui chiedeva riscontro del numero di targa alla sala operativa della Polfer, i due “sposi poliziotti” hanno permesso alle volanti di rintracciare in poco tempo il proprietario dell’auto, un 20enne di origini ecuadoriane, riconosciuto senza dubbio dalla vittima come uno degli autori della rapina subita.

La stessa donna, una genovese di 76 anni, ha riferito di essere stata aggredita alle spalle mentre apriva il portone di casa da due giovani, uno dei quali gli ha strappato la borsa mentre l’altro la immobilizzava impedendole di chiedere aiuto.
Poco dopo, grazie alla tempestività dell’intervento e all’azione sinergica degli agenti, è stato intercettato anche il secondo rapinatore, un 19enne ecuadoriano ed il “palo”, una connazionale sua coetanea.
I tre fermati, in Questura, hanno ammesso le proprie responsabilità indicando il luogo in cui, successivamente, è stata recuperata la borsa sottratta, subito riconsegnata alla vittima.
La quale nel frattempo è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale San Martino e dimessa con una prognosi di 7 giorni per contusione multiple.

I giovani stranieri sono stati denunciati per rapina in concorso tra loro, mentre i due poliziotti, terminata la redazione degli atti ormai in tarda serata, poche ore prima di prendere servizio, non hanno potuto fare altro che rientrare a casa per il meritato riposo.

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2013/11/09/AQX6xmu-agenti_rapina_sventano.shtml

“Non bisogno del permesso di soggiorno”: e aggredisce agenti

Intorno alle 20.30, nel corso di un controllo in un bar di via Dondero, a Sampierdarena, gli agenti di una volante hanno chiesto i documenti ad una cittadina ecuadoriana di 31 anni. La donna, in evidente stato di ebbrezza nonostante fossero solo le 20.30, ha fornito soltanto la carta di identità rifiutandosi di esibire il permesso di soggiorno.

Accompagnata all’esterno del locale, la trentunenne ha iniziato ad inveire contro gli operatori, minacciandoli e cercando di allontanarsi senza comunque mostrare i documenti attestanti il suo regolare soggiorno in Italia. Al tentativo di trattenerla per accompagnarla in ufficio, l’ecuadoriana ha aggredito i poliziotti ingaggiando una colluttazione e procurando ad uno degli operatori delle lesioni guaribili in 5 giorni. Calmata a fatica, la straniera è stata accompagnata in Questura e arrestata per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale nonché segnalata per ubriachezza.

Potrebbe interessarti: http://www.genovatoday.it/cronaca/aggressione-polizia-bar-dondero.html

Uccisa a coltellate a S. Margherita: arrestato ecuadoriano

Uccisa a coltellate a S. Margherita: arrestato il compagno
L’Unità
(TMNews) – E’ stato arrestato nella notte dai carabinieri con l’accusa di omicidio volontario l’uomo di 62 anni di nazionalità ecuadoriana che ieri sera era stato trovato ferito accanto al cadavere della compagna, una connazionale di 42 anni uccisa a  

Bolzaneto/ Spacciava droga, arrestato 21enne tunisino – Città di Genova

Bolzaneto/ Spacciava droga, arrestato 21enne tunisino
Città di Genova
Spacciava droga, arrestato 21enne tunisino. Bolzaneto/ Spacciava droga, arrestato 21enne tunisino. Genova – Spacciava sostanze stupefacenti nel quartiere di Bolzaneto. Gli agenti però lo hanno scoperto e arrestato: nei guai è finito un tunisino di

Rubavano scooter per mandarli in Africa


GenovaToday

Tutti pazzi per le vespe: sei scooter rubati e pronti per imbarcarsi
GenovaToday
L'arresto è avvenuto ieri pomeriggio, giovedì 16 ottobre. Gli uomini della squadra investigativa della Polizia Stradale hanno arrestato per riciclaggio i due cittadini franco tunisini, B.S.M. e T.B., rispettivamente di 42 e 28 anni che, a bordo di un

Genova: denuncia capo per stupro

Una donna ha denunciato un tunisino di 56 anni, suo datore di lavoro, affermando di esser stata stuprata dopo aver bevuto un tè. La bevanda, secondo la donna, una marocchina, era stata drogata. L’uomo ha negato qualsiasi violenza asserendo che aveva da due anni una relazione con la donna e che il rapporto era consensuale. La polizia, che sta vagliando le due versioni, ha sequestrato la bevanda per effettuare le analisi chimiche.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/liguria/2013/notizia/genova-denuncia-capo-per-stupro_2003138.shtml