Category: Cremona

Presi gli aggressori dei treni lombardi: immigrati

https://www.facebook.com/laprovinciadicremona/posts/1636670476427065

Profugo malato psichico attacca agenti

Intervento dei carabinieri, di un’ambulanza e di un’auto medica, verso le 18, in via Picenengo 22, sede delle ex scuole ed ora struttura di accoglienza dei richiedenti asilo gestita dalla cooperativa sociale Il Sentiero. Un ospite nigeriano di 23 anni con problemi di natura psichiatrica alle spalle ha iniziato a dare in escandescenze, forse in seguito ad una discussione con altri connazionali. Nessuno è stato in grado di fermare la sua furia, tanto che è stato lanciato l’allarme alle forze dell’ordine e ai mezzi di soccorso dell’ospedale.

Capotreno picchiato da immigrato senza biglietto

Un capotreno è stato aggredito e picchiato oggi pomeriggio sul treno regionale 20415, partito da Milano e diretto a Piacenza. Il ferroviere è stato colpito sulle spalle con un ombrello che si è spezzato a metà da un giovane straniero che è poi scappato a piedi.
L’operatore è stato medicato dai sanitari del 118. Testimoni dell’accaduto sono stati tra gli altri diversi passeggeri cremonesi. Indagano gli agenti della polizia ferroviaria, intervenuti insieme ai carabinieri a Casalpusterlengo (Lodi) dov’è avvenuta l’aggressione.
Questa vicenda è simile a quella avvenuta a settembre ai danni di Giordano Stagnati, il capotreno di 25 anni di Cremona derubato sulla linea Brescia-Cremona lo scorso settembre del pos e del tablet da un senegalese sprovvisto di biglietto, dal quale poi è stato picchiato.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/01/09/ferroviere-picchiato-da-un-passeggero_c3c55f15-8e01-41d1-a03f-cff1b60382a3.html

Lega moglie, la picchia e la minaccia davanti ai figli: arrestato migrante

PIZZIGHETTONE – Ha legato la moglie alla sedia con un cavo elettrico, l’ha picchiata selvaggiamente e minacciata con un coltello. Tutto sotto gli occhi dei figli minorenni. Un 34enne originario dell’Ecuador e residente a Pizzighettone è stato arrestato dai carabinieri.

L’uomo, che non accettava la fine della relazione sentimentale e accecato dalla gelosia, si è scatenato contro la compagna (32 anni, anch’essa dell’Ecuador) intorno alle 8.30 della vigilia di Natale. I carabinieri, guidati dal maggiore Rocco Papaleo, hanno colto il 34enne in flagranza di reato e hanno raccolto ulteriori elementi di colpevolezza a carico dell’uomo. E’ emerso infatti che simili episodi si ripetevano da almeno tre mesi, ovvero da quando, nel mese di ottobre, la donna aveva manifestato l’intenzione di interrompere una relazione che durava da 10 anni.

Il 34enne è stato condotto nel carcere di Cremona, dove è rimasto in seguito alla convalida dell’arresto del sostituto procuratore della Repubblica Milda Milli. La donna, trasportata in ospedale, è stata meidicata: le ferite e le lesioni che ha riportato sono state giudicate guaribili in 21 giorni.

http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/185958/lega-la-moglie-la-picchia-e-la-minaccia-davanti-ai-figli-arrestato.html

Romeno ubriaco travolge e uccide un ciclista a Cremona


;
Tragedia della strada in provincia di Cremona dove un romeno di 28 anni è stato arrestato dai carabinieri a Casalmaggiore dopo avere investito e ucciso un ciclista ed essere fuggito. Lo straniero risponde di omicidio stradale.
Alvise Boscaini, agricoltore in pensione, stava rincasando a Calvatone dopo avere cenato in un locale di Bozzolo. Il ventenne era ubriaco al volante di un Fiat Ducato, l’ha travolto in piano lungo la provinciale 10.
L’uomo di 74 anni è deceduto e il romeno non si è fermato a prestare soccorso. E’ andato via ed è stato poi rintracciato ed arrestato dai militari dell’Arma. Dolore e commozione nel Cremonese per la tragica morte di Alvise Boscaini.

    1. Cremona: ubriaco travolge, uccide ciclista e fugge È stato arrestato …  Si24 – Il vostro sito quotidiano
    2. Calvatone. Romeno ubriaco al volante uccide Alvise Boscaini  La Prima Pagina

Full coverage

Migrante mostra foto del pene alle ragazze

http://www.crema.laprovinciacr.it/news/crema/177237/molesta-una-ragazza-al-parco-bonaldi-denunciato.html

CREMA – Nelle prime ore del pomeriggio di martedì 5 settembre è stato richiesto l’intervento della volante presso il parco Bonaldi per uno straniero che aveva molestato una ragazza. Sul posto gli agenti della Polizia di Stato hanno appreso che poco prima la ragazza era stata avvicinata all’interno del parco da uno straniero che, dopo essersi scattato una foto col telefonino all’interno dei pantaloni, le aveva mostrato una foto dei propri organi genitali. La ragazza, impaurita, si è immediatamente allontanata, notando il molestatore uscire dal parco e dirigersi verso via Lodi su una bicicletta da donna. Le ricerche, iniziate immediatamente grazie alla precisa descrizione fornita dalla vittima, hanno permesso di rintracciare lo straniero in viale De Gasperi. L’uomo, accompagnato al commissariato, è stato trovato in possesso del telefonino nella cui memoria era ancora presente la foto mostrata alla ragazza. Una volta compiutamente identificato come una persona regolarmente soggiornante in città e riconosciuto quale l’autore del reato, l’uomo è stato denunciato per molestie.

Ennesimo profugo beccato a spacciare

CREMONA – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Cremona, nel primo pomeriggio di venerdì 28 luglio, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio un cittadino del Gambia di 26 anni, già ospite della Casa dell’Accoglienza di via S. Antonio del Fuoco. L’uomo veniva notato in via Cardinal Massaia mentre veniva avvicinato da giovani noti quali consumatori di sostanze stupefacenti; alla vista dei militari che decidevano di sottoporlo ad un controllo, il 26enne saliva in sella ad una bicicletta per fuggire, ma veniva bloccato dopo poche centinaia di metri e trovato in possesso di mezzo etto di hashish destinato allo spaccio. Al termine delle formalità di rito, veniva poi associato alla Casa Circondariale di Cremona a disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Cremona, dr. Francesco Messina. Dall’inizio dell’anno si tratta del tredicesimo arresto di migrante in violazione della normativa sugli stupefacenti, segno evidente che il fenomeno è ancora presente ed il contrasto a tale tipologia di reato non subirà arretramenti.

http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/174635/arrestato-migrante-del-gambia-con-mezzo-etto-di-hascish.html

Crema, ventenne violentata dal branco multietnico in una casa abbandonata


Leggo.it
Crema, ventenne violentata dal branco in una casa abbandonata …
Leggo.it
Due marocchini e 1 ‘italiano’ sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di aver costretto a violenza sessuale aggravata di gruppo una ragazza di 20 anni. Il fatto è avvenuto a Crema (Cremona) il 25 maggio all’interno di uno stabile abbandonato e
Crema, giovane violentata a santa Maria. Tre uomini arrestati dalla …Crem@ on line
Crema, stupro di gruppo su una ragazza di vent’anni: tre uomini …La Repubblica
Stupro di gruppo a Crema, 3 arrestieuronews

tutte le notizie (7) »

Ex profugo africano spaccia hashish ai ragazzini

CREMONA – Un altro migrante originario del Ghana, senza fissa dimora, è stato arrestato lunedì 8 maggio dai carabinieri mentre spacciava in prossimità della media Campi. Stava vendendo hascisc ad un ragazzo. E’ finito in manette.
Il giovane, in Italia dal 2015 e gravato dal diniego al riconoscimento di asilo per motivi umanitari, è stato notato dai militari aggirarsi all’ingresso tra il parco del Vecchio Passeggio e la Casa dell’Accoglienza. Dopo pochi minuti, all’arrivo di un giovane, si è spostato verso l’ingresso della Campi dove, con una mossa repentina, ha scambiato una dose di stupefacente con il denaro.

http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/168011/migrante-arrestato-spacciava-vicino-alla-media-campi.html

Pugni a capotreno che osa chiedergli il biglietto

CREMONA – Giornata ‘calda’, mercoledì 26 aprile, per quel che riguarda il trasporto ferroviario e questa volta non a causa dei ritardi bensì per gli episodi che si sono verificati a bordo dei treni e nelle stazioni, inclusa quella di Cremona. La vicenda saliente è l’esplosione di violenza avvenuta a bordo di un convoglio della linea Cremona-Treviglio dove un cittadino straniero, sprovvisto del titolo di viaggio, non ha trovato di meglio che alzare le mani sull’addetto che gli chiedeva conto del biglietto.

http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/167058/pugni-al-capotreno-sulla-cremona-treviglio.html