Category: Cremona

Spedizione punitiva contro italiano: «Ti taglio la gola»

https://www.laprovinciacr.it/video/cronaca/369494/lite-per-la-sosta-scatta-l-aggressione-ti-taglio-la-gola.html

Aggredisce il barista e devasta bar, nigeriano sottoposto a Tso e denunciato

https://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/368286/aggredisce-il-barista-nigeriano-sottoposto-a-tso-e-denunciato.html

Da giorni aggredisce negozianti e passanti: “E’ pazzo”

https://primacremona.it/cronaca/aggredisce-negozianti-e-passanti-29enne-bloccato-e-sottoposto-a-tso/

Cremona: da giorni aggredisce negozianti e passanti, 29enne nigeriano fermato dai Carabinieri

Denunciato 29enne senza fissa dimora

Nella mattinata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Cremona hanno denunciato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e percosse un cittadino nigeriano classe 1992, senza fissa dimora, disoccupato e con precedenti di polizia a carico.

Importuna e aggredisce negozianti e passanti

Il 29enne, che soffre di disturbi psichiatrici, già da alcuni giorni importunava e aggrediva ripetutamente negozianti e passanti mentre camminava per le vie della città.

Gli ultimi due eventi che hanno coinvolto l’uomo sono avvenuti la mattina del 5 ottobre e la mattina del 6 ottobre. Nella prima circostanza l’uomo, alle 6.50 circa, passava a piedi davanti a un bar e, senza un apparente motivo, tornava indietro fino all’ingresso del locale dove prendeva a calci gli sgabelli, i tavolini e le fioriere posizionati all’esterno della struttura, inveendo e minacciando una delle dipendenti dell’esercizio commerciale che aveva chiesto all’uomo di porre fine alla sua condotta violenta e aggressiva. L’uomo, terminata la sfuriata, si è allontanato.

Ieri mattina l’ennesima aggressione ai danni dello stesso bar. Il giovane si è presentato nello stesso posto intorno alle 8 e prima che potesse sfogarsi come il giorno precedente è stato affrontato e bloccato dal proprietario del bar che cercava di allontanarlo. Il 29enne inizialmente ha aggredito e minacciato verbalmente il proprietario del bar e poi è passato alle mani.

Aggredisce anche i militari

Tra i due è nata una colluttazione che è stata notata da alcuni militari in borghese che, sono immediatamente intervenuti per bloccare l’esagitato. L’uomo però ha continuato a scalciare e tentare di colpire con pugni i militari che, a fatica e con il supporto di un equipaggio della Sezione Radiomobile, è stato definitivamente bloccato e accompagnato presso la caserma Santa Lucia.

Tso

I militari hanno provveduto a denunciare il 29enne per quanto commesso in entrambi i giorni e chiesto l’intervento dei sanitari per l’esecuzione di un trattamento sanitario obbligatorio: per questo motivo è stato accompagnato presso l’ospedale del capoluogo e ricoverato.

Nuova ‘italiana’ terrorizza la città

https://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/366304/quarantenne-scatenata-aggredisce-gli-agenti-e-danneggia-la-volante-arrestata.html

Migrante uccide la madre e fugge

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/09/23/ragazzo-uccide-la-madre-e-fugge_c5d69550-99c9-4b50-89d0-30f817a7e87c.html

Prende a testate i poliziotti che gli dicono di mettere la mascherina, poi gli sputa

https://www.fanpage.it/milano/prende-a-testate-i-poliziotti-che-gli-dicono-di-mettere-la-mascherina-poi-gli-sputa-in-faccia/

L’hanno fermato perché camminava in centro a Cremona senza indossare la mascherina, il cui utilizzo è ancora obbligatorio su tutto il territorio nazionale, ma il controllo degli agenti di polizia l’hanno indispettito a tal punto da avere una reazione sconsiderata, colpendo i poliziotti con calci, pugni e testate. Un ragazzo di 24 anni, originario del Gambia, è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Testate, calci e sputi contro i poliziotti

Secondo quanto riportato da Cremona Oggi, mentre passeggiava per via Chinaglia, nella serata di ieri, mercoledì 20 gennaio, i poliziotti di una volante della questura, in giro per un normale controllo del territorio, l’hanno notato sprovvisto del dispositivo individuale di protezione. Quindi, accostata l’automobile, sono scesi per controllarlo chiedendogli i documenti. Mai, però, si sarebbero aspettati una reazione così violenta da parte del ragazzo che dapprima ha cercato di fuggire e poi, dopo essere stato rincorso e bloccato, ha cominciato a scagliare calci e pugni in direzione degli agenti. Ad uno ha pure cercato di strappare il cinturone contenente la pistola. Dopo qualche momento di concitazione, quindi, i poliziotti sono riusciti ad immobilizzarlo a terra con l’ausilio dello spray al peperoncino. Il 24enne non si è però arreso e ha nuovamente reagito, prendendo a testate gli agenti e sputando in direzione dei loro volti. Poi, non contento, ha cercato anche di morderli.

Processato per direttissima, udienza aggiornata

Solo l’intervento di altri colleghi della polizia locale, subito allarmati, ha permesso ai poliziotti di bloccare definitivamente l’aggressore e mettergli le manette ai polsi. Grave il bollettino dell’accaduto: un agente è stato soccorso dal 118 e trasportato in pronto soccorso a causa di un trauma cranico facciale con la frattura delle ossa nasali, mentre gli altri se la sono cavata con qualche lieve contusione. Il giovane è stato processato nella mattinata di oggi, giovedì 21 gennaio, per direttissima. Nell’udienza, svoltasi da remoto, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto che dunque resterà in carcere fino all’udienza, aggiornata in virtù della richiesta del difensore dei termini a difesa.

Ricoverati per Covid: egiziano pesta la moglie anche in ospedale

Prima insultata e presa a schiaffi dal marito in una stanza di ospedale dove erano ricoverati con i sintomi della Covid-19. Tutto sarebbe avvenuto lunedì scorso. Nei guai è finito un 46enne di origini egiziane ma residente a Soresina, in provincia di Cremona: secondo quanto riferito dai carabinieri, l’uomo avrebbe aggredito ancora a moglie in un reparto protetto, incurante anche del fatto che si trovasse in un ospedale.

Solo l’intervento degli infermieri ha evitato che le cose degenerassero ulteriormente. I due sono stati separati e ora il 46enne dovrà rispondere dell’aggressione. Per l’uomo è scattata la misura cautelare di allontanamento dalla casa di famiglia, disposta dal Tribunale di Cremona. Già in passato la vittima aveva denunciato il marito per maltrattamenti tra le mura domestiche.

https://www.today.it/citta/marito-picchia-moglie-ospedale.html

IMMIGRATI ARMATI DI CRICK VANDALIZZANO CENTRO COMMERCIALE – VIDEO

Marocchino adesca bambina: libero

Anziana non dà soldi: immigrati le spezzano il polso

Pesante aggressione a Pizzighettone: anziana presa a calci e pugni

Una violenza inaudita e gratuita, quella di cui sarebbe stata vittima una donna anziana, ultra 80enne di Pizzighettone, picchiata da due uomini per essersi rifiutata di consegnar loro il portafogli. La notizia sta trapelando proprio in queste ore e, sebbene non vi siano conferme ufficiali, sta già facendo parlare i cittadini e gira nelle chat dei quartieri.

Secondo quanto ricostruito la donna sarebbe stata aggredita da due stranieri una sera di alcuni giorni fa. Dopo averle chiesto i soldi, al suo rifiuto i due l’avrebbero scaraventata a terra e riempita di calci. Un’aggressione in piena regola, conclusasi solo perché le urla della donna hanno attirato altre persone, mettendo in fuga i due presunti malviventi.

Pesante il bilancio per l’anziana che, trasportata al pronto soccorso, si è trovata con un trauma cranico e un polso rotto, nonché 30 giorni di prognosi. Il figlio della donna avrebbe quindi sporto denuncia presso i Carabinieri di Pizzighettone, che provvederanno a esaminare le telecamere presenti in paese per cercare di individuare gli aggressori.