Category: Catania

Profugo si introduce in casa e ruba

L'uomo, insieme ad alcuni complici che sono riusciti a darsi alla fuga, notte tempo, si era introdotto all’interno di un alloggio al piano terra di una palazzina. #cara, #mineo, #migranti

Posted by CataniaToday on Thursday, November 8, 2018

Profugo spaccia droga agli studenti

I carabinieri avevano qualche sospetto e sono intervenuti a colpo sicuro

Posted by CataniaToday on Friday, October 19, 2018

Albanese con 84 kg. di droga al seguito

La #droga avrebbe fruttato sul mercato 600 mila euro

Posted by CataniaToday on Wednesday, October 17, 2018

Tunisino tenta di stuprarla per strada

Fermato dall'arrivo delle forze dell'ordine

Posted by Il Giornale on Thursday, October 11, 2018

Migrante irrompe in casa anziani e pesta padrone di casa

Un giovane extracomunitario è ricoverato da domenica scorsa con la prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia nell’ospedale Cannizzaro di Catania con trauma cranico. A ferirlo è stato il figlio 35enne di un pensionato che aveva trovato il giovane nella propria abitazione di Adrano a rubare, e che era stato colpito alle costole con lo stesso bastone dal ladro. La notizia, riportata da diversi siti, è stata confermata da carabinieri che indagano. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, il 68enne al suo rientro a casa ha trovato il giovane che stava rovistando nell’abitazione.
    Avrebbe cercato di fermarlo, ma lui lo ha colpito con un bastone ferendolo. Nel frattempo è arrivato il figlio del pensionato che, utilizzando la stessa ‘arma contundente’, ha colpito a sua volta l’extracomunitario alla testa. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Paternò che nello zaino del ladro hanno trovato pasta, sughi, biscotti e detersivi. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/10/09/ruba-cibo-in-casa-anziani-ferito-grave_ccf6e5d7-671f-4a44-bc9f-cf61eea9293e.html

Tre immigrati tentano di violentare 2 ragazzine sulla spiaggia

Tre indiani, di 26, 41 e 28 anni, sono stati fermati da personale delle Volanti della polizia a Catania per violenza sessuale su due minorenni. L’aggressione a sarebbe avvenuta in una spiaggia libera ed è stata denunciata dalla madre di una delle due vittime, che sono amiche tra di loro. Secondo l’accusa, i tre, sprovvisti di permesso di soggiorno e senza occupazione, avrebbero molestato le due ragazzine.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/catania-molestano-due-ragazzine-in-spiaggia-tre-fermi_3158219-201802a.shtml

Romeno chiede al figlio di uccidere la mamma

Picchiata, umiliata, costretta a subire rapporti sessuali e anche a vedere la scena del marito che mette un coltello in mano al più grande dei loro due figli, di 4 anni, istigandolo a ferire la madre. Sono alcune delle violenze subite dalla moglie di un romeno di 26 anni che è stato arrestato da carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip di Catania. I reati ipotizzati dalla Procura distrettuale etnea sono violenza sessuale aggravata, lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/05/05/coltello-a-figlio-4-anniferisci-mamma_3c4229b4-bc5a-43a9-82e7-4073441d926b.html

Povero migrante arrestato con 15mila euro in contanti in tasca

Aveva con se oltre 15mila euro in contanti e non ha saputo fornire una valida spiegazione agli agenti: denaro sequestrato

Era stato arrestato per associazione per delinquere finalizzata al traffico di esseri umani

Catania, due romeni rapiscono bimbo di due anni per ricattare il padre

Full coverage

Donna sgozzata in centro profughi da immigrato

E’ stata uccisa la notte scorsa all’interno del centro d’accoglienza per richiedenti asilo di Mineo. L’omicida, secondo le prime indiscrezioni raccolte da MeridioNews, avrebbe agito impugnando un coltello, utilizzato per colpire la sua vittima all’altezza della gola.

La donna, che avrebbe un’età compresa tra 25 e 30 anni, era madre di due bambini, arrivata in Sicilia a dicembre 2016. A trovarla, a quanto pare già senza vita, sono stati alcuni volontari della Croce rossa che lavorano all’interno del centro. L’autore del delitto, che non è un ospite del Cara, è un uomo proveniente dal Mali, arrivato nell’Isola dal Nord Italia. Dopo avere commesso il delitto, a quanto pare davanti gli occhi dei figli della vittima, l’uomo si è allontanato da Mineo cercando di fuggire, ma è stato arrestato dopo alcune ore a una fermata degli autobus a Catania.

http://catania.meridionews.it/articolo/61774/cara-mineo-sgozzata-donna-allinterno-della-struttura-assassino-arrestato-Catania-/

Adesso gli inquirenti, con il caso affidato dalla procura di Caltagirone alla polizia, sono a lavoro per cercare di mettere insieme i pezzi di questo rebus per capirne principalmente il movente. L’ipotesi più accreditata è quella del delitto al culmine di una lite.