Category: Barletta

Non dà elemosina: africano morde passante

Ha anche colpito la sua vittima con un’asta

Barletta, picchia e morde la compagna: arrestato marocchino

L’uomo, un 41enne, ha anche minacciato di morte i poliziotti che lo hanno arrestato

Migrante tenta di violentare mamma col passeggino, doveva essere ai domiciliari


Oggi
Barletta, romeno tenta di violentare una mamma col passeggino in …
Barletta – Un uomo di 29 anni romeno, con precedenti di polizia e obbligo di dimora è stato arrestato da personale delle volanti della polizia dopo avere aggredito a scopo sessuale una donna che era entrata nell’ascensore del suo palazzo, insieme con
AGGIORNATO. Trani, tenta stupro in ascensore: inseguito …Radiobombo

tutte le notizie (3) »

25 Aprile: minorenni molestate da un immigrato


BarlettaViva
Barletta: Piazza Sant’Antonio, minorenni molestate da un …
BarlettaViva
«Mentre i cittadini di Barletta festeggiavano la liberazione d’Italia, si perpetuava presso Piazza Sant’Antonio un increscioso atto osceno ai danni di alcune minorenni. Un extracomunitario, a quanto pare già noto alle forze dell’ordine, è stato invitato ad allontanarsi dalle minorenni da alcuni coraggiosi presenti. Mi chiedo cosa sarebbe successo se non ci fossero stati i presenti. Dobbiamo attendere altri eventi di tale portata prima di agire prontamente?

altro »

Barletta: Ancora furti in casa, la Polizia coglie sul fatto tre georgiani


BarlettaViva
Barletta: Ancora furti in casa, la Polizia coglie sul fatto tre georgiani
BarlettaViva
Nella nottata di ieri, nel corso di uno specifico servizio di controllo del territorio, la squadra volante del Commissariato di Polizia di Barletta ha tratto in arresto tre pregiudicati georgiani – Gognadze Dimitri, Kapanadze Mamia e Tabidze Joni
Barletta: Topi d’appartamento fermati dalla polizia, arrestati tre BarlettaLive.ittutte le notizie (2) »

Romeni pestano senzatetto italiano: “Qui è nostro, devi pagare il pizzo per dormire”

Due ragazzi romeni hanno aggredito con calci e pugni un 58enne senzatetto di Barletta. L’episodio è avvenuto nella sala d’attesa della stazione della città, dove l’uomo passa spesso la notte non avendo un lavoro e non potendosi permettere di pagare l’affitto. Mentre era in compagnia di un altro senzatetto, i due stranieri li hanno avvicinati e con toni minacciosi hanno chiesto 10 euro per consentirgli di continuare a dormire. Alla risposta negativa dei due, che non possedevano quella cifra, è scattata l’aggressione con tanto di calci e pugni. Durante il parapiglia un senzatetto è riuscito a scappare, mentre l’altro ha subito i colpi sferrati dai romeni. Fortunatamente è intervenuta una volante del commissariato di polizia: gli agenti hanno bloccato i due aggressori prima che potessero scappare. L’uomo aggredito è stato portato al pronto soccorso, dove gli sono state riscontrare diverse lesioni. I due romeni sono stati denunciati a piede libero, mentre uno è stato affidato ad una comunità nel Barese perché orfano.

http://www.ilikepuglia.it/notizie/cronaca/bari/24/06/2015/barletta-due-romeni-chiedono-il-pizzo-per-dormire-in-stazione-e-aggrediscono-un-senzatetto.html

Racket dei parcheggi: donna minacciata e costretta a pagare pizzo ad abusivi africani

Soldi a parcheggiatori abusivi per lasciare l’auto nei pressi della litoranea di ponente e godersi una domenica di mare.

Episodio che si è ripetuto per due fine settimana di seguito, spingendo una nostra lettrice, “stanca” di pagare soldi non dovuti, a inviarci una lettera di denuncia e di protesta in cui chiede che le istituzioni si facciano vive per risolvere la questione. La stessa questione che si ripresenta di sera, nei pressi del Castello, quando si vuol parcheggiare l’auto per passare la serata nel centro storico.

«Sono una comune cittadina di 25 anni che vive la sua città a 360° e come tutti i ragazzi ha tanta voglia di cambiare il mondo iniziando dalle piccole cose pur sapendo che non ci riuscirà mai», esordisce la nostra lettrice, prima di arrivare al dunque.

«Premettendo che non sono razzista ma semplicemente stanca, vorrei raccontarvi cosa mi è capitato per due domeniche consecutive. Sono due domeniche – spiega – che mi reco sul lungo mare a ponente con la mia auto e in entrambi i giorni sono stata costretta a pagare €1.00 a degli extra comunitari che si erano impropriamente impossessati di tutti i terreni incustoditi. Ci tengo anche a sottolineare che nel momento in cui mi sono rifiutata di pagare sono stata anche aggredita verbalmente».

«Posso comprendere che abbiano occupato abusivamente una vecchia costruzione, di proprietà delle saline o addirittura di tutti noi – ipotizza la lettrice – adibendola a loro abitazione, posso capire che abbiano aperto il cancello per facilitarsi l’ingresso, che utilizzano la fontana pubblica per lavarsi senza preoccuparsi della gente che è lì intorno, ma che poi devono occupare lo stesso posto e farsi pagare per qualcosa che non è loro e che non gli spetta no!».

Questi i fatti, che parlano di un situazione di degrado, in cui poveracci alla ricerca di un po’ di soldi per campare, si arrangiano come possono, mettendo a dura prova la pazienza dei cittadini.

«Mi chiedo e rivolgo a voi la stessa domanda – scrive ancora la nostra lettrice -. E’ possibile doversi trovare davanti a questa situazione decisamente squallida? Perché noi cittadini dobbiamo sempre girare la testa dall’altra parte facendo finta che tutto sia normale? Perché la nostra amministrazione comunale non prende dei giusti provvedimenti?».

«Ormai viviamo nell’era del parcheggiatore abusivo», osserva rassegnata. «Bisogna pagare chi non è di competenza al mare la mattina, e bisogna pagare la sera nei pressi del castello, gente che ormai per il loro quieto vivere si è divisa equamente un terreno pubblico. Mi chiedo come mai tutto ciò ci va bene e come mai chi deve prendere dei provvedimenti non interviene lasciando tutto nell’incuria?».

E ancora: «Qui qualcosa deve cambiare! Non possiamo rapportarci in continuazione con gente che non ha nulla da perdere e non possiamo rischiare di lasciare la nostra macchina incustodita rischiando poi di trovarla danneggiata. Credo che ci sia molta gente che la pensa come me. Questo è solo uno dei problemi che ci circonda e potrei fare una lista lunghissima, ma già so che non verrò ascoltata».

Il pessimismo della nostra lettrice non le impedisce comunque di chiudere la sua lettera, rivolgendo un appello a chi di dovere. «Spero che la mia mail venga presa in considerazione, spero che qualcun ‘altro si sia lamentato, e che la nostra amministrazione comunale prenda i giusti provvedimenti tutelando i propri cittadini».

Romeno prende a coltellate la moglie

Barletta, 23 apr. (Adnkronos) – I carabinieri della Stazione di Spinazzola, in provincia di Barletta-Andria-Trani, hanno arrestato un uomo di 40 anni, romeno, con le accuse di violenza privata, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. L’uomo, nel corso di un litigio con la convivente, una connazionale 47enne, l’ha aggredita con un coltello procurandole lesioni giudicate guaribili in 7 giorni. Sul posto, dopo una segnalazione al numero di emergenza 112 effettuata da alcuni vicini, sono intervenuti i carabinieri che, dopo aver soccorso la donna, sono riusciti a bloccare il 40enne. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, l’uomo e’ stato rinchiuso in carcere.

http://www.liberoquotidiano.it/news/cronaca/11599439/Barletta–accoltella-la-compagna-durante.html

Spacciatore aizza pitbull contro agenti: non lo lasciavano spacciare

Spaccio di stupefacenti. Con questa accusa i Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno arrestato un 30enne marocchino, del quale non sono state comunicate le generalità. L’uomo, sorpreso in strada mentre cedeva una dose di droga ad un “cliente”, è stato prontamente bloccato dai Carabinieri che nel corso della successiva perquisizione domiciliare hanno dovuto fare i conti con un cane di razza “Pitbull” utilizzato dal 30enne per intimorire i Carabinieri.

Nonostante la presenza del cane, che è stato poi affidato all’Ufficio Veterinario della locale ASL, i carabinieri sono riusciti a trovare nell’abitazione 7 dosi di marijuana sottoposte a sequestro. Il 30enne invece, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale.

http://www.barlettalife.it/notizie/aggredisce-carabinieri-con-un-pitbull-arrestato-spacciatore-marocchino/

Barletta, omicidio Marinel: due arresti – Rai News


Adnkronos/IGN

Barletta, omicidio Marinel: due arresti
Rai News
11 marzo 2014 5.10 I Carabinieri hanno arrestato due tunisini, 55 e 37 anni,con l’accusa di aver ucciso Popa Petru Marinel, il rumeno 27enne trovato morto lo scorso 6 marzo nella rete fognaria adiacente alla Statale Barletta-Andria. Il giovane sarebbe
Omicidio Marinel a Barletta: due arrestiPrimaPress

tutte le notizie (33) »