Brescia, catturati 11 Zingari di etnia sinti: rapine, truffe e furti

12-04-2013

Si è conclusa all’alba una vasta operazione della polizia di Brescia che ha portato all’arresto dei componenti di un gruppo criminale dedito a rapine, furti e truffe. Undici i nomadi di etnia sinti (questi zingari di etnia sinti avevano la cittadinanza italiana, a dimostrazione del fatto, se ancora ce ne fosse bisogno, che la cittadinanza e l’identità sono due cose distinte e non sempre corrispondenti tra loro) raggiunti da ordinanza di custodia cautelare del Gip del Tribunale di Brescia, su richiesta della Procura; una ventina, invece, le vittime della banda, residenti nelle province di Mantova, Bolzano, Sondrio, Milano, Bologna, Ravenna, Modena, Verona e Venezia. Effettuate perquisizioni in abitazioni e in campi nomadi a Brescia e in provincia, a Rezzato, Corte Franca e Desenzano del Garda.

I malviventi sceglievano le proprie vittime tra chi pubblicava su siti web inserzioni per la vendita di auto, camper e roulottes. La banda faceva contattare le vittime da un minorenne, sotto falso nome, che doveva indurle ad accettare gli incontri. Durante le finte trattative, i nomadi riuscivano ad impossessarsi dei mezzi o con l’inganno o con minacce e violenza. Effettuati i passaggi di proprietà dei veicoli in comuni della zona del Garda, i malviventi provvedevano poi alla loro immediata radiazione e trasporto all’estero. Ai proprietari dei mezzi non rimaneva che denunciare l’accaduto alla polizia o ai carabinieri. Le indagini ora continuano per verificare eventuali responsabilità di complici all’estero, in particolare in Francia e in Bulgaria, e per accertare se altre vittime siano
incappate nella rete dei nomadi.

http://www.bresciaoggi.it/stories/dalla_home/496283_sgominata_la_gang_delle_truffeai_venditori_di_auto_on_line/

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento