Bologna: Immigrato si masturba su di lei nel bus

19-10-2017

Viale Berti Pichat: si masturba addosso a una studentessa, lei riesce a fotografarlo

Le si è gelato il sangue non appena ha realizzato che quelle sui suoi pantaloni non erano gocce d’acqua e, sconvolta e disgustata, si è allontanata da quel ragazzo che le stazionava a fianco alla fermata del bus.

Un episodio di molestie sessuali è andato in scena ieri l’altro sera, intorno alle 18:30, alla fermata della linea 33 di Viale Berti PIchat, in direzione Stazione Centrale. La vittima è una studentessa universitaria di 22 anni.

“Ero appena uscita da lezione, e stavo seduta sulla panchina guardando il telefono” commenta la giovane ragazza “quando all’improvviso ho sentito i pantaloni bagnati. Poco dopo ho percepito dietro di me una presenza, e voltandomi ho visto questo ragazzo che mi fissava”. Dopo qualche momento di incredulità, la giovane si è alzata e si è allontanata dall’individuo che, come se nulla fosse successo, continuava a stazionare appoggiato alla pensilina del bus. Nel frattempo si erano radunate alla spicciolata altre presone in attesa del bus, ma nessuno si sarebbe accorto di nulla.

“Sono rimasta impietrita per un minuto, poi ho avuto la forza di alzarmi, fare qualche passo, e facendo finta di telefonare, l’ho fotografato”. Si tratta di un ragazzo di circa 25-30 anni, alto circa un metro e 70, carnagione olivastra, capelli castano scuri con la piega da un lato, barba e baffi poco alti ma incolti, occhi castani. Al momento della molestia -si vede nella foto -indossava una felpa nera con una scritta verde. Addosso uno zainetto dagli spallacci arancioni, e davanti una bisaccia nera portata a tracolla.

La 22enne ha poi deciso di prendere l’autobus e, una volta salita a bordo ha chiamato la madre per chiedere aiuto: di lì, la denucia ai Carabinieri. I militari hanno raccolto foto e gli indumenti sporchi, e sono in corso verifiche sulle tracce organiche. Nel frattempo, la fotografia sta circolando sui social, postata anche in alcuni gruppi Facebook per studenti.

“Voglio che questa persona venga rintracciata. Spero con questa mia segnalazione di mettere in guardia le altre ragazze che frequentano quella zona” chiosa la giovane vittima che aggiunge: “D’ora in avanti cambierò tragitto e non aspetterò più l’autobus a quella fermata”.

Potrebbe interessarti: http://www.bolognatoday.it/cronaca/viale-pichat-molestia-fermata-bus-masturba-foto.html

ARTICOLI CORRELATI

Bologna, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento